Fini avverte il premier: “Sulla giustizia il governo può cadere”

Arriva inaspettatamente su Antennatre Nordest, canale televisivo veneto, la chiusura a riccio del presidente della Camera sulla riforma della giustizia. “Mi auguro che sul tema giustizia non ci siano questioni insormontabili e che non ne scaturisca una crisi di governo, ma su alcune questioni che la riguardano, questa possibilità c’è”. E’ la valutazione pesante di Fini, che non risparmia altre critiche sui disegni in fatto di giustizia all’attenzione del governo: “Noi non crediamo che si possa o si debba riformare la giustizia punendo la magistratura: la magistratura non deve essere sottoposta, uso questa espressione, ad altri poteri e quindi nemmeno a quello esecutivo. Questo è un rischio concreto. Mi auguro non si concretizzi”.

Ovvio il richiamo, dunque, ai punti sui quali si è cercato l’accordo in questi giorni: composizione del Csm, poteri del ministro della Giustizia e collocazione della polizia giudiziaria. Quanto al lodo Alfano, “deve servire a tutelare una funzione, e non una persona”, spiega il leader di Fli. “Non vedo come, se il PdL non dovesse cambiare idea, Berlusconi possa prendere questa questione come pretesto per fare una crisi di governo. La legge deve essere uguale per tutti, piaccio o no”.

“Non si può stare in una maggioranza e nello stesso tempo prepararne un’altra. Anche perché questa posizione non è condivisa da un’area del Fli“, replica il capogruppo Pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto. Incalzato a stretto giro di posta da Italo Bocchino: “Prima di occuparsi delle aree di Futuro e libertà, Cicchitto si preoccupi delle innumerevoli correnti e correntine interne al Pdl. Noi saremo leali con gli elettori”, è la replica del braccio destro del presidente della Camera. Che incassa, a dimostrazione del clima nella maggioranza, una controreplica dallo stesso Cicchitto: “La maggioranza di governo considera il Lodo come una cosa da fare. La reiterabilità è nella logica del provvedimento”. L’intervista a Fini andrà in onda, comunque, domattina.

v.m.