Pagelle Lazio-Cagliari: prove brillanti per Mauri e Floccari. Bene anche Matri

La Lazio continua a vincere in Campionato, mantenendo così la vetta della classifica della Serie A 2010/2011. La vittima della sesta vittoria di questo bell’inizio di stagione è il Cagliari di Bisoli, che all’Olimpico perde per 2 a 1 una gara non molto bella dal punto di vista del ritmo di gioco. Sugli scudi questa domenica vanno Mauri e Floccari, che grazie ai loro due gol hanno steso i Sardi. Per i Rossoblù va invece incorniciata la buona prestazione di Matri, che ha segnato il gol che ha tenuto inutilmente in vita le speranze di pareggio per il Cagliari.

LAZIO:

Muslera 7: Il Cagliari ci prova con Lazzari e Matri, ma lui fa buona guardia, salvando così i suoi difensori.

Lichtsteiner 6: Corre tanto sulla fascia, ma non eccelle come fa di solito.

Biava 6: Sempre attento in copertura. (Dall’88’ Stendardo sv).

Dias 6: Copre e cerca il gol quando può.

Radu 6: Partita attenta la sua, soprattutto in fase difensiva.

Brocchi 6: Chiude tutti gli spazi e si propone non appena può.

Ledesma 6,5: Non doveva giocare dall’inizio. Il suo contributo alla causa biancoceleste è stato minimo ma importantissimo.

Mauri 7,5: Dimostra ancora una volta di essere in ottima forma. Sforna un assist ed un gol che lo rendono il migliore in campo.

Hernanes 6,5: Vederlo giocare è sempre un piacere. Gli manca ancora la corsa: non appena la troverà diventerà uno dei Top Player di questa Serie A. (Dal 68’ Matuzalem 6: Fa tanto lavoro sporco in mezzo al campo, e se la Lazio vince è anche per merito suo).

Floccari 7,5: Un gol, un assist e tanto sacrificio in copertura. L’attaccante moderno della Lazio si dimostra uno dei migliori in campo.

Zarate 6: Non trova il gol, ma il suo modo di giocare intelligente aiuta molto la Lazio quando si trova in difficoltà. (Dal 74’ Rocchi 6,5: Per poco non segna, ma gioca abbastanza bene nei pochi minuti in cui entra in campo).

Reja 6: Fa meglio di Maestrelli ed Eriksson, ma la sua Lazio in alcuni minuti si blocca e va in apnea. Un mezzo punto in meno nel voto finale lo riceve anche per questo motivo.

CAGLIARI:

Agazzi 5,5: Qualche buona parata la fa, ma sul secondo gol laziale potrebbe muoversi meglio.

Perico 5: Un’ammonizione e poche giocate utili. Gara da dimenticare per l’ex-Albinoleffe.

Canini 5: Gioca al di sotto delle sue qualità, e la Lazio ne approfitta per segnare due reti e per vincere la gara.

Astori 4,5: Fa peggio del suo compagno di reparto, beccandosi anche un inutile giallo.

Agostini 5: Prende il posto di Ariaudo, ma forse avrebbe giocato meglio il suo giovane compagno contro Zarate e compagni.

Biondini 5: Corre spesso a vuoto, e così il Cagliari non crea molte occasioni da rete come invece fa di solito.

Nainggolan 5: Prende il posto di Conti, ma i risultati non sono per nulla identici. (Dall’80’ Acquafresca sv: Qualcuno lo ha visto in campo?).

Lazzari 5,5: Ci prova in qualche modo, ma quando le cose non girano tutto sembra davvero inutile. (Dal 55’ Nenè 4,5: Dovrebbe dare peso e creare spazi all’attacco rossoblu, ma invece becca solo un giallo).

Cossu 6: Un suo assist per Matri accende le speranze del Cagliari. Poi si spegne e così arriva una nuova sconfitta per i Rossoblù.

Pinardi 5,5: Vale lo stesso discorso di Lazzari anche per lui. E’ un peccato che non dia di più, perché potrebbe davvero essere utile per questo Cagliari. (Dal 74’ Laner sv).

Matri 6,5: L’unico a dannarsi per mettere a posto le cose. Se il Cagliari avesse altri dieci uomini in campo come lui, allora sarebbe uno squadrone imbattibile.

Bisoli 5: La sua squadra crea ma non segna. Inoltre si abbatte molto spesso non appena prende gol. O le cose cambiano, o Cellino penserà a cambiare lui.

Simone Lo Iacono