Serie A, Inter-Sampdoria 1-1: Eto’o replica all’asse Guberti-Cassano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:00

L’Inter vede nella Sampdoria la sua bestia nera da quando Mourinho è arrivato in Italia: quest’anno le cose potrebbero cambiare con una squadra non al massimo delle condizioni e l’Inter che con Benitez trova un gioco diverso. L’anno scorso l’Inter non era riuscito nemmeno a segnare un goal alla squadra di Cassano. Insomma Benitez non era per niente tranquillo prima della gara e con diverse defezioni ha dovuto preparare la formazione adatta. Tutto si sviluppa nel secondo tempo comunque con Cassano che in serata è molto ispirato e trova Guberti in area per il goal del vantaggio: dopo la Sampdoria è costretta a subire l’assedio e con l’uscita di Curci vede compiersi la debacle con Eto’o che trova il pareggio sul primo palo del portiere da Costa, primo portiere straniero a debuttare con la maglia doriana. Il pareggio sta bene alla Sampdoria che esce ancora una volta imbattuta da San Siro, ma l’Inter così facendo resta a 4 punti dalla Lazio. Sampdoria che va a 11 punti, al settimo posto con Palermo, Genoa e Lecce.

1 TEMPO – Risolti i due dubbi per Di Carlo: Tissone per Poli e Koman sulla fascia destra e il resto della formazione è quella annunciata in precedenza. L’Inter invece non cambia nulla rispetto alla formazione tipo. La partita inizia forte ed entrambe le squadre puntano alla vittoria: al 5′ c’è già un tiro della Sampdoria che con Guberti prova ad impegnare Julio Cesar ma trova solo la tribuna andando sopra la traversa. Al 9′ Lucio ci prova da una punizione guadagnata da Biabiany ma Curci risponde perfettamente in angolo: da questo parte un contropiede pericoloso con Cassano che riesce a scodellare all’indietro per Koman che serve Tissone che conclude potente ma poco preciso al lato della porta. Partita iniziata fortissimo.

Al 17′ nuova occasione per l’Inter con Lucio che avvia una delle sue solite volate e arriva in area di rigore: passaggio teso nel mezzo e Zauri riesce a spingere in angolo mettendoci il piede. Brivido alla mezz’ora con Cassano che supera ancora una volta Samuel e Chivu, crossa per Guberti che rimette in mezzo per Pazzini: il numero 10 della Sampdoria anticipa Maicon con il tacco e gira in rete ma trova Julio Cesar reattivissimo sul tiro proprio sulla linea. Risponde l’Inter al 34′ con Coutinho che si infila in area e conclude sul primo palo trovando la respinta di Curci: sulla ribattuta arriva Eto’o che calcia sull’esterno della rete. Un minuto dopo ancora Inter con Sneijder che riceve da Eto’o e conclude potente dalla distanza: centrale, Curci blocca a terra.

Al 42′ Palombo lancia Koman sulla fascia: l’ungherese serve benissimo Cassano in mezzo all’area ma Zanetti recupera e mette la palla tra le mani di Julio Cesar. Al 44′ ammonizione per Volta che dà un calcetto da tergo a Sneijder. La gara termina su un calcio di punizione di Sneijder che sbatte sulla barriera dopo un fallo di Pazzini su Lucio, abbastanza bersagliato dalle punte della Sampdoria.

2 TEMPO – La prima occasione del secondo tempo è sui piedi di Coutinho al 7′: tiro centrale però e Curci interviene bene. Al 13′ grandissima occasione per l’Inter con Countinho, partito in fuorigioco, che crossa per Maicon: tiro fortissimo del brasiliano che però trova Zauri sulla linea a salvare clamorosamente. Al 17′ la partita si smuove: Cassano supera Chivu sulla fascia e scodella in area, Pazzini non ci arriva e Guberti in spaccata colpisce fortissimo; Julio Cesar ci arriva ma la palla finisce comunque in porta. Benitez prova a cambiare le carte in tavola allora e toglie Biabiany inserendo Pandev.

Al 24′ Coutinho si infila in area e trova il triangolo con Pandev: il tiro è forte e angolato ma Curci ci arriva ancora una volta. Sulla ribattuta Sneijder calcia fuori. Di Carlo vuole maggiore spinta però e inserisce Marilungo al posto di Guberti, spostando Koman a destra. La partita continua ad essere un assedio dell’Inter e al 32′ Maicon scodella in area e Curci per respingere in angolo viene colpito da Pandev: botta al polpaccio e apprensione per la Sampdoria. Nel frattempo Chivu esce per Santon. Esce anche Curci e al suo posto debutta da Costa.

Passa un minuto e al 35′ Coutinho crossa in area dal limite, trova Eto’o e il camerunense trova l’anticipo su Volta e da Costa arrivando al pareggio: 1-1. Al 36′ arriva anche l’ammonizione per il portiere doriano per gioco scorretto. Al 38′ ammonizione anche per Pazzini per un intervento da tergo su Zanetti. Al 41′ la Sampdoria prova a farsi rivedere: Marilungo apre perfettamente per Koman ma il tiro dell’ungherese è altissimo e impreciso. Al 43′ esce Coutinho ed entra Obi.

Al 44′ punizione di Sneijder che scodella in area, da Costa cade a terra ma Maicon non ne approfitta colpendo di testa sopra la traversa. Sampdoria in avanti al 46′ con Koman che cerca Pazzini in area: tacco del numero 10 che però si spegne lentamente sul fondo. Al 48′ ancora Pazzini riceve da Ziegler, stoppa di petto ma il tiro è larghissimo: l’attaccante non riesce proprio a sbloccarsi. Si chiude con un’ammonizione per Zauri a gioco terminato. Inter-Sampdoria termina 1 a 1.

TABELLINO

Inter (4-2-3-1): Julio Cesar; Maicon, Samuel, Lucio, Chivu (32′ st. Santon); Zanetti, Cambiasso; Coutinho (43′ st. Obi), Sneijder, Biabiany (18′ st. Pandev); Eto’o.
A disposizione: Castellazzi, Materazzi, Nwankwo, Muntari, Pandev. All: Benitez.

Sampdoria (4-4-2): Curci (32′ st. da Costa); Zauri, Volta, Gastaldello, Ziegler; Koman, Palombo, Tissone (21′ st. Poli), Guberti (26′ st. Marilungo); Pazzini, Cassano.
A disposizione: da Costa, Dessena, Accardi, Mannini, Pozzi. All: Di Carlo.

RETI: 17′ st. Guberti (S), 35′ st. Eto’o (I)
Ammoniti: 44′ pt. Volta (S), 36′ st. da Costa (S), 38′ st. Pazzini (S), 50′ st. Zauri (S)

Mario Petillo

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!