Inghilterra, incredibile James: “Ho firmato per il Bristol City perchè ero ubriaco”

Succede anche questo nel pazzo mondo del calcio inglese: David James, 40enne portiere (che ha partecipato, tra l’altro, al Mondiale in Sudafrica), gioca nel Bristol City, nella Championship (la serie B inglese). Vi si era trasferito questa estate dal Portsmouth, rifiutando un’offerta vantaggiosissima dei Celtic Glasgow. Adesso, James fa luce sulla scelta e, in maniera clamorosa, afferma: “Quando ho firmato per il Bristol ero ubriaco”.

Chi è JamesDavid James è uno dei portieri più famosi d’Inghilterra: conta più di 200 presenze col Liverpool ed ha indossato anche le casacche di West Ham, Aston Villa, Watford e Manchester City. A queste esperienze è seguita l’avventura col Portsmouth, conclusasi questa estate col passaggio, inaspettato, nelle fila del Bristol. Inoltre conta 47 presenze in Nazionale, 3 delle quali all’ultimo Mondiale, dove è diventato il più anziano esordiente di sempre nella storia dei Campionati del Mondo di calcio.

La spiegazione – “Calamity”, come è soprannominato l’estremo difensore inglese, racconta come è avvenuto il passaggio al Bristol City: “Avevo diverse chance: potevo restare al Portsmouth (retrocesso in Championship alla fine dello scorso campionato) o andare a giocare nella Premier League scozzese. Una mattina ho ricevuto una telefonata anonima, a cui solitamente non rispondo. Quel giorno però ero ancora sotto l’effetto dell’alcol e ho alzato la cornetta. Mi stava chiamando Coppell, manager del Bristol. Ci siamo incontrati e ho accettato la proposta, ma ero ancora ubriaco. E’ probabile che in un’altra situazione avrei declinato l’offerta, pur avendo grande stima del Bristol e di Coppell”.

Una spiegazione anomala e fuori dall’ordinario che chiarisce il perchè di una scelta strana e che aveva sorpreso la gran parte dei tifosi inglesi.

Edoardo Cozza