Anello di fidanzamento? Lo voglio col diamante!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:11

Siete fidanzati da anni. Tutti e due lavorate ed entrambi siete d’accordo sul fatto che dovreste iniziare a pensare di andare a vivere insieme. Sapete cosa significa questo? Che, a meno che non ci siano problemi di natura economica o convinzioni di tipo religioso o simili che possano impedirvi di fare il “grande passo”, voi e la vostra dolce metà potreste finire per convolare a nozze a breve.

A rigor di logica, se mai dovesse esserci il matrimonio, vorrà dire che questo dovrà essere preceduto da una romantica proposta come vorrebbe l’etichetta. Ovviamente la romantica proposta non è obbligatoria e ai nostri giorni il matrimonio è spesso un evento che si programma di comune accordo senza aver bisogno di cenetta a lume di candela con tanto di fidanzato inginocchiato di fronte alla propria futura consorte. Però…la principessa che è in ognuna di noi continua a sperare nel pasto a base di pesce consumato in un luogo elegante, nella situazione “giusta”che consenta al nostro partner di trovare il coraggio per chiedere la nostra mano e, soprattutto, nel desideratissimo anello di fidanzamento.

L’anello di fidanzamento non deve necessariamente essere il più costoso della gioielleria, ma, potendoselo permettere, la maggior parte delle donne preferirebbe aderire alla tradizione che vuole che l’anello di fidanzamento sia d’oro e con uno splendido diamante. La tradizione che stabilisce che il futuro sposo deve regalare alla propria fidanzata un diamante per chiederla in moglie, risale alla fine del quindicesimo secolo, quando l’ Arciduca Massimiliano d’Austria chiese la mano di Maria di Borgondia regalandole un anello d’oro con uno splendido brillante.

Ognuna di noi, probabilmente, sogna che la tradizione venga omaggiata anche dal proprio fidanzato, ma, sebbene il settanta percento delle future spose ricevano in regalo un anello con il brillante, non bisogna mettere in croce i propri ragazzi affinché aprano un mutuo per comprarci l’anello di fidanzamento. La dolce Audrey Hepburn in “Colazione da Tiffany” diceva addirittura che “i brillanti prima dei quaranta fanno cafona”. Magari ha ragione lei, no?!

Martina Cesaretti

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!