Basket, Nba: New York vince a Toronto, Belinelli trascina New Orleans

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:39

In campo i 3 azzurri dell’Nba nella nottata di ieri: a Toronto, la sfida tra i Raptors di Bargnani e i Knicks di Gallinari è andata ai Newyorkesi; New Orleans, invece, ha avuto ragione di Milwaukee grazie al preziosissimo supporto del “Beli”.

Il “derby” – All’Air Canada Centre va in onda il “derby” tra le due stelle azzurre dell’Nba: se Bargnani vince la sfida personale contro il “Gallo”, non si può dire lo stesso dei sui Raptors, sconfitti dagli uomini di coach D’Antoni.  La partita è stata segnata dalle prove di Stoudemire (doppia doppia, con 19 punti e 10 rimbalzi) e Chandler, che hanno guidato New York alla vittoria. I Knicks sono stati avanti anche di 16 punti, salvo poi essere riavvicinati dai Raptors, guidati dalle accelerazioni di Barbosa, ma nell’ultimo quarto D’Antoni riesce a riequlibrare la difesa e porta a casa il primo successo stagionale. Il tabellone, alla fine, segna: Toronto-New York 93-98. Importante il contributo dei due azzurri: il “Mago” di Toronto ha messo a segno 22 punti (top scorer della franchigia canadese) con 6 rimbalzi; Gallinari referta 12 punti e 6 rimbalzi. Entrambi entrano nella storia per due record: Bargnani è il primo giocatore di Toronto a risultare top scorer dell’esordio stagionale in 3 annate diverse; Danilo è il primo straniero a partire titolare nel quintetto dei Knicks dal 2003: non accadeva dai tempi di Mutombo.

Che “Beli”! – Esordio ok per gli Hornets, esordio super per Belinelli: i 18 punti messi a referto dalla guardia bolognese hanno guidato New Orleans alla vittoria casalinga contro Milwaukee. Partono forte i padroni di casa e, dopo 7 minuti, fanno registrare 7 punti di vantaggio. Ma i Bucks si risvegliano e, alla prima sirena, sono addirittura avanti, seppur di un solo punto. Il match prosegue su un sostanziale equilibrio, tant’è che a metà gara il tabellone segna 47 pari. Decisivo, nella terza parte di gara, è il parziale di 11-0 messo a segno dagli Hornets che chiudono a +6 il periodo e, pur soffrendo nell’ultimo quarto, riescono a gestire il vantaggio e a chiudere avanti. Risultato finale: New Orleans – Milwaukee 95-91.

Negli altri incontri della serata, da segnalare il riscatto di Miami che batte 97-87 i 76ers; Oklahoma che sconfigge i Bulls 106-95 e Clevaland che ha ragione dei Celtics per 95-87.

Edoardo Cozza