Coppia condannata a 11 anni per uccisione figlio di lei

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:52

Undici anni di carcere per aver posto fine alla vita del piccolo Gabriel, bimbo di soli 17 mesi. E’ questa la condanna inflitta ad un coppia di ex fidanzati di Imperia. Undici anni per Paolo Arrigo, commerciante venticinquenne, e undici anni per Elizabete Petersone, 21enne di origine lettone, madre del piccolo. Il pubblico ministero Maria Antonio Di Lazzaro aveva in principio chiesto 24 anni di reclusione per concorso in omicidio preterintenzionale pluriaggravato.

L’uomo aveva già trascorso un periodo in cella ma era già riuscito ad ottenere la libertà. Anche la ragazza aveva passato diversi mesi in carcere, a Pontedecimo, ma piuttosto recentemente era riuscita ad farsi concedere i domiciliari, che stava scontando a Ceriana (Imperia). “Non ho ucciso io mio figlio. Gli volevo bene”, urlava in digitale dal proprio profilo Facebook.

La morte di Gabriel è avvenuta a maggio in un appartamento di Imperia. Il piccolo aveva prima subito una lunga e tormentata serie di maltrattamenti e, infine, un violento calcio al fegato, purtroppo fatale. Il colpo aveva provocato un’emorragia interna portando al rapido decesso del bambino, avvenuto all’ospedale di Imperia. Inutili i disperati tentativi di soccorso effettuati dai medici.

Il processo ha visto i due ex amanti uno contro l’altro nel tentativo di lanciarsi reciproche accuse sulla morte di Gabriel. Gli avvocati di entrambi hanno chiesto l’assoluzione. “Sono tranquilla e serena. Non ho mai picchiato mio figlio, e credo nella giustizia”, ha affermato la donna.

Un caso non semplice da decifrare. La pm Di Lazzaro ha ribadito da parte sua che poiché non è semplice stabilire chi ha davvero colpito a morte il bambino, “entrambi gli imputati sono colpevoli perché avevano l’obbligo di vigilare sul piccolo”. Poi la sentenza, che condanna entrambi a 11 anni di reclusione. Escluse le aggravanti, il giudice ha confermato i domiciliari per la donna e la libertà per il venticinquenne.

Gianluca Bartalucci

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!