Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Francia, Truppe via dall’Afghanistan nel 2011

CONDIVIDI

Le truppe francesi cominceranno a lasciare l’Afghanistan a partire dal 2011. A renderlo noto è stato il ministro della Difesa francese, Herce Morin, che ha voluto precisare che tale decisione non ha nulla a che fare con la minaccia di Osama Bin Laden, che ieri, in un messaggio audio, esortò la Francia a lasciare il paese.

Secondo quanto dichiarato dal ministro all’emittente radiofonica RTL Il ritiro delle truppe francesi dall’Afghanistan fa parte di una strategia più ampia, che prevede il ritiro di tutte le forze della Nato attualmente impegnate nell’area. “C’è un appuntamento fissato dalla Nato – ha sottolineato il ministro- nell’ambito della nuova strategia, è per l’inizio del 2011: noi trasferiremo tutta una serie di distretti all’esercito afghano. A quel punto, ci potrebbero essere i primi ritiri delle forze alleate dall’Afghanistan”.  Morin ha aggiunto che è stato lo stesso presidente Barack Obama ad annunciare che i primi soldati americani lasceranno il paese nel 2011. E che inoltre, si tratta di una strategia condivisa da varie nazioni europee.

In un messaggio diffuso dall’emittente araba Al Al Jazeera, il leader di AlQaeda, Osama Bin Laden, ieri minacciò la Francia,  colpevole di aver messo in atto comportamenti contrari all’Islam, uno fra tutti, la proibizione del burqa.  Il terrorista più ricercato al mondo chiese alla Francia di ritirarsi dall’Afghanistan: “Il solo modo per preservare la vostra sicurezza è quello di ritirarvi dalla guerra di Bush.” Com’è possibile che partecipiate nell’occupazione dei nostri paesi e collaboriate con gli americani nell’uccidere donne e bambini e dopo vogliate sicurezza e pace? “Come uccidete, sarete uccisi, continuò il terrorista,. Così come catturate dei prigionieri, sarete presi in ostaggio. Così come minacciate la nostra sicurezza, minacceremo la vostra”.

Annastella Palasciano

Ieri, in un messaggio audio Osama Bin Laden ha chiesto alla Francia di ritirarsi dall’Afghanistan «per conservare la vostra sicurezza». «Così come voi uccidete, sarete uccisi, così come fate prigionieri, sarete imprigionati e così come violate la sicurezza della nostra nazione, anche la vostra sarà violata», ha poi minacciato il capo di Al Qaeda.

Al Qaeda ha emitido una serie de amenazas contra Francia en el pasado, y varios ciudadanos franceses han sido asesinados por grupos extremistas islámicos en África relacionados con la red de Bin Laden.

De acuerdo con la Fuerza Internacional de Asistencia para la Seguridad (ISAF), bajo el mando de la OTAN, Francia tiene desplegado en Afganistán cerca de tres mil 750 efectivos. 

 

Osama Bin Laden aveva esortato la Francia non togliere per legge il velo islamico alle donne e a lasciare l’Afghanistan, dove opera anche un contingente transalpino, minacciando di fatto, in caso contrario, che sarebbe stato il gruppo terrorista a provvedere alla cacciata dei soldati di Sarkozy. Ora la Francia annuncia un possibile ritiro delle sue truppe con un avvio della exit strategy «possibile» già da inizio 2011. Ma la cosa, ha precisato il ministro della Difesa francese, Herve Morin, «non ha assolutamente» nessun legame con le minacce del capo di Al Qaeda.

«E’ UNA STRATEGIA NATO» – «C’è un appuntamento fissato dalla Nato nell’ambito della nuova strategia, è per l’inizio del 2011: noi trasferiremo tutta una serie di distretti all’esercito afghano», ha precisato il ministro alla radio Rtl. «A quel punto, ci potrebbero essere i primi ritiri delle forze alleate dall’Afghanistan», ha aggiunto Morin, ricordando che «il calendario è stato fissato da Barack Obama, che ha annunciato che nel corso del 2011 i primi soldati americani lasceranno il Paese. È quello che hanno iniziato a dire un certo numero di nazioni europee».

LE MINACCE DI AL QAEDA – Ieri, in un messaggio audio Osama Bin Laden ha chiesto alla Francia di ritirarsi dall’Afghanistan «per conservare la vostra sicurezza». «Così come voi uccidete, sarete uccisi, così come fate prigionieri, sarete imprigionati e così come violate la sicurezza della nostra nazione, anche la vostra sarà violata», ha poi minacciato il capo di Al Qaeda.