Lippi vuole rimettersi in gioco: “Tornerò ad allenare”. Ex-Ct vicino a qualche club di A?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:59

Dopo 4 mesi di lungo silenzio è tornato a parlare Marcello Lippi, l’ex-Ct della Nazionale additato da molti come il principale colpevole del flop dell’Italia a Sudafrica 2010. Un Marcello Lippi coriaceo come non mai, che ha deciso di riapparire davanti ai media in occasione del ‘Premio Atorn’ di Pisa sulla Ricerca Neurologica, che gli è stato assegnato per il costante impegno nel campo della solidarietà. 

“TANTA SOLIDARIETA’ TRA I CALCIATORI” – La premiazione a Pisa ha permesso a Lippi di parlare del mondo del calcio, dal quale lui è lontano dopo il flop mondiale. Sul suo vecchio ambiente l’ex-Ct ha detto che “C’è tanta solidarietà, soprattutto tra i giocatori che a torto vengono solo considerati come viziati; in realtà ne fanno tanta in privato e lontano dai media, per poterne godere loro stessi e per non farsi pubblicità“. Lippi che ha poi anche voluto lanciare un saluto a Stefano Borgonovo, lo sfortunato ex-attaccante di Fiorentina e Milan colpito da Sla, di cui l’ex-allenatore della Juve ha detto di apprezzare “Il suo entusiasmo e la sua forza straordinaria, che sono le immagini migliori della solidarietà“.

“NON MI SENTO UN EX DEL CALCIO” – La premiazione avventuta ieri a Pisa è stata per Lippi anche l’occasione per parlare di sè e della sua voglia di rimettersi in gioco. “Io sono qui anche come rappresentante del mondo del calcio– ha dichiarato l’ex-Ct, che poi ha aggiunto –Lo sono stato e continuerò ad esserlo per tutti i risultati che ho ottenuto e che rimarranno scritti per sempre, e che gli errori non potranno cancellare“. L’ex-allenatore dell’Inter si è poi lasciato sfuggire una frase, che ha aperto tante discussioni in ambito di mercato. La frase in questione è la seguente: “Tornerò ad allenare, anche se non so ancora dove“.

ESPERIENZA IN A O ALL’ESTERO? – Lippi è quindi pronto a mettersi in gioco. Secondo gli esperti di mercato gli ultimi risultati ottenuti in Sudafrica non potrebbero aiutarlo molto a fargli trovare subito un posto, ma la sua pluriennale esperienza invece sì. E della sua esperienza potrebbero avere bisogno qualche squadra di A che non ha fatto bene sino ad ora (Roma, Fiorentina, Parma?), ma anche qualche formazione estera, che tramite i suoi proprietari avrebbe già avviato qualche contatto per averlo (QPR in Inghilterra?). I prossimi mesi saranno dunque decisivi per Lippi, che potrebbe presto trovare una squadra pronta ad accoglierlo, per riportarlo sulla cresta dell’onda.

Simone Lo Iacono

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!