Basket, Eurolega: Milano sprecona, vince Lubiana

L’AJ Milano perde in casa contro gli sloveni dell’Olimpia Lubiana e spreca, così, l’opportunità di centrare la 6^ vittoria italiana in 6 incontri di Eurolega. L’incontro si è concluso sul 76-72 per gli ospiti, bravi a recuperare il gap di 14 punti che Milano aveva raggiunto ad inizio terzo quarto. E’ pesata molto, tra le fila milanesi, l’assenza di Pecherov (out due mesi per una lesione al polpaccio).

La partita – Il primo quarto parte sottoritmo, con Milano che riesce comunque ad issarsi sul 7-0. Poi 9 punti consecutivi di Ozbolt permettono alla compagine slovena di accorciare sul 12-9. L’AJ non ha la brillantezza degli ultimi incontri e il periodo si chiude sul 16 pari. Nel secondo quarto, trascinati da un Rocca in gran forma, Milano si rianima e alla sirena si metà gara può contare su un vantaggio di 8 punti. Vantaggio che cresce nel terzo quarto, fino ad arrivare a +14. Qui si spegne l’Armani Jeans: alcuni errori in attacco vengono subito puniti dal Lubiana, che accorcia progressivamente fino a raggiungere addirittura un vantaggio di 2 punti a fine terzo periodo. Nel quarto finale, Milano tenta di restare aggrappata all’incontro con Mancinelli e Rocca, ma Lubiana porta a casa la sfida: Milano-Olimpia Lubiana 72-76.

Tutt’altro che felice – Piero Bucchi, coach dell’AJ Milano, non è assolutamente soddisfatto della prova dei suoi ragazzi:Ad un tratto abbiamo smesso di giocare a pallacanestro. Questo mi ha dato molto fastidio. E quando cali di ritmo, gli altri rientrano in partita e, nel punto a punto, possono spuntarla. peccato perchè avevamo iniziato bene, affrontando con la giusta determinazione un’ottima squadra. Ma quando commetti errori come quelli di stasera, ne paghi le conseguenze. E’ un vero peccato”.

Una chance sprecata malamente dall’Armani Jeans. Poteva essere una vittoria importante in chiave qualificazione e anche per mantenere immacolato il percorso delle italiane in Eurolega. Peccato.

Edoardo Cozza