Caso Ruby, Di Pietro: “Berlusconi si vada a curare”

“Non possiamo continuare ad affidare il Paese ad un personaggio degno solo di stare in un’osteria e non a palazzo Chigi. Per questo il governo deve dare chiarimenti sul caso Ruby. Durante il prossimo question time alla Camera, infatti, chiederemo all’esecutivo quello che tutti gli italiani si stanno domandando, ossia se il presidente del Consiglio abbia veramente abusato della sua posizione governativa, telefonando alla Questura e se abbia dichiarato il falso in favore della ragazza”. A scriverlo sul blog dell’Italia dei Valori è Antonio Di Pietro, che poi rincara la dose: “In base alla risposta, decideremo se presentare una mozione di sfiducia nei confronti del capo del governo, non ci interessano gli aspetti pruriginosidella vicenda. Ci preme sapere, invece, se siano stati violati i doveri, le funzioni e le prerogative del presidente del Consiglio. Per chiedere le immediate dimissioni del governo Berlusconi basterebbe una fotografia dell’Italia e i dati economici che hanno accompagnato i suoi due ultimi anni di legislatura”.

“Insomma – conclude Di Pietro – mentre il capo del governo festeggia e si diverte con il suo bunga bunga, il Paese crolla. Sia chiaro: presto Berlusconi dovrà rispondere al Paese dei tanti danni che ha prodotto. E questa volta non basteranno nemmeno le sue tv e i suoi spot a reti unificate a salvarlo. Il noto giornale comunista ‘Famiglia Cristiana’ sostiene che questo premier è malato e senza autocontrollo, noi aggiungiamo: è il caso che lasci la politica e si vada a curare”.

All’ex pm fa eco il collega di partito e presidente del gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, il quale azzarda un aspro paragone: ”Il gioioso Berlusconi ama la vita e le donne? Gli stessi gusti di un altro dittatorello del triste ventennio. Alla faccia dello statista! Agli italiani – sottolinea il dipietrista – serve un presidente del Consiglio in grado di risolvere i problemi del Paese reale, non certo un premier ricattabile e costretto, a giorni alterni, a difendersi dai sexy-gate”.

”Berlusconi si rassegni – conclude Belisario – il suo Governo è finito. L’inutile accanimento per tenersi incollato alla poltrona sta rovinando l’Italia e gli italiani”.

Raffaele Emiliano