India: nel prossimo decennio +40% petrolio

Il paese dell’Asia centrale è destinato ad un’espansione economica notevole nei prossimi anni. Per far fronte alle nuove esigenze produttive e per muovere il paese verso lo sviluppo, l’India avrà bisogno di consumare una quantità di petrolio superiore al 40% rispetto all’utilizzo odierno. Nei prossimi dieci anni, dunque, i grandi produttori di greggio concentreranno le loro esportazioni proprio nel continente indiano, mutando profondamente gli equilibri dell’economia globale.

A darne notizia è lo stesso primo ministro indiano Manmohan Singh. Durante la conferenza che ha inaugurato il Petrotech-2010 tenutosi a New Delhi, il capo del governo ha voluto dipingere il futuro che attende il paese: ”L’India ha bisogno di assicurarsi un approvvigionamento adeguato a prezzi convenienti per far fronte alle esigenze di una economia in rapida espansione”. Proprio il crescente sviluppo industriale che investirà il paese nel prossimo decennio, porterà inevitabilmente ad una forte impennata nel consumo del petrolio, indrocarburo ancora indispensabile per muovere l’economia in questo primo scorcio di secolo.

Nell’anno fiscale 2009-2010 il consumo indiano di greggio ha raggiunto i 138 milioni di tonnellate. Di queste, circa i tre quarti sono state importate dai paesi produttori per un valore di quasi 80 miliardi di dollari. Il primo ministro Manmohan Singh ha aggiunto che da qui fino al 2020 l’estrazione dell’oro nero dagli esistenti giacimenti indiani aumenterà di circa il 12%. Questo incremento, tuttavia, non sarà sufficiente a coprire la crescente domanda di petrolio. Per questo motivo dovranno aumentare anche le importazioni del greggio dai paesi arabi produttori con un inevitabile aumento dei costi, che ricadrà sui vari consumatori. L’espansione economica del continente indiano muterà profondamente l’equilibrio del mercato del greggio nei prossimi anni. I grandi produttori guarderanno con maggior interesse ai paesi orientali, visto anche l’incredibile sviluppo cui è destinata la Cina, potenza che sorpasserà gli Stati Uniti d’Amerca.

Di Marcello Accanto