Autoerotismo: perché viverlo come un tabù?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:45

Al contrario degli uomini, le donne sono solite vergognarsi di quel tipo di sessualità che si vive da sole, senza aver bisogno di un partner. L’autoerotismo, così come la pornografia, è vissuto spesso come un tabù piuttosto che come un fenomeno che fa parte della natura dell’essere umano. A pensarci bene, per le donne la masturbazione dovrebbe essere indispensabile molto più che per gli uomini. Per i maschietti, infatti, è semplice comprendere il modo in cui “funziona” il meccanismo che li porta a raggiungere il piacere, mentre le donne hanno bisogno di scoprirsi, di capire quali sono i punti esatti che vanno stimolati al fine di raggiungere l’orgasmo. Non è affatto facile per le signorine alle prime armi comprendere cosa sia un orgasmo. Quante volte dopo i primi rapporti non sapevamo se, effettivamente, avevamo raggiunto il piacere?

Le donne dovrebbero emanciparsi dai meccanismi sociali che non permettono loro di vivere con serenità la propria sessualità: perché, se gli uomini sono liberi di sbandierare ai quattro venti le proprie prodezze compiute in assenza del benché minimo partner, le donne, invece, dovrebbero vergognarsi del fatto che a volte sentono il bisogno di procurarsi piacere da sole?

La masturbazione non è semplicemente un modo per raggiungere l’orgasmo in solitudine, bensì anche un tipo di attività che permette alle donne di conoscere il proprio corpo. Il fatto di imparare a comprendere la propria fisicità ha anche il fine di aiutare un eventuale partner ad instaurare un rapporto più consapevole con noi e ad avere, quindi, una maggiore complicità con noi durante il rapporto a due.

Non bisogna aver paura di essere giudicate male solo perché ammettiamo di vivere un rapporto autoerotico con se stesse. Se non abbiamo voglia di dirlo a tutti per una questione di discrezione è più che giusto: la riservatezza non è mai un difetto, ma sarebbe bene ammetterlo almeno con il proprio partner, poiché le bugie in ambito sessuale non fanno altro che limitare le possibilità erotiche della coppia.

Martina Cesaretti

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!