Il 6 e il 7 novembre in piazza per dire no al nucleare

Sabato 6 e domenica 7 novembre Legambiente si mobilita in tutta Italia contro il ritorno del nucleare e a favore dell’unica energia sicura e pulita: quella che viene dalle fonti rinnovabili. “100 Piazze per il clima. In marcia per le energie pulite.” è lo slogan della manifestazione che si svolgerà in oltre 100 piazze italiane. Il futuro è nell’efficienza energetica e nelle fonti rinnovabili è il messaggio che vogliono lanciare gli organizzatori.
L’iniziativa sarà occasione anche per firmare il progetto di legge d’iniziativa popolare “Sviluppo dell’efficienza energetica e delle fonti rinnovabili per la salvaguardia del clima”, firme che saranno consegnate in Parlamento prima delle festività natalizie.
I promotori della manifestazione chiedono al governo di fare di più per contrastare i cambiamenti climatici e perseguire gli obiettivi europei di riduzione dei gas a effetto serra. Impegni che vincolano gli stati membri a ridurre, le emissioni climalteranti del 20% entro il 2020 e a realizzare un aumento del 20% sia dell’efficienza energetica sia dell’utilizzo delle fonti pulite.
<< Una posizione, quella dell’Italia, si legge in un comunicato, ancora più insensata alla luce del calo di emissioni di gas serra indotto dalla crisi economica e del fatto che grandi paesi europei hanno già dichiarato perseguibile un obiettivo di riduzione del 30%. Nel nostro paese, per altro, nel 2009 la crescita delle fonti rinnovabili è stata fortissima (+13% di produzione) e dimostra quanto queste tecnologie siano affidabili e competitive. Attraverso nuovi impianti solari, eolici, geotermici, idroelettrici, da biomasse sono già centinaia i Comuni che producono più energia elettrica di quanta ne consumino. Grazie a questi impianti sono stati creati nuovi posti di lavoro, nuovi servizi e nuove prospettive di ricerca applicata, oltre ad aver ottenuto maggior benessere e qualità della vita. Queste esperienze sono la migliore dimostrazione del fatto che investire nelle rinnovabili e nell’efficienza è una scelta lungimirante e conveniente e che occorre puntare con forza in questa direzione per raggiungere gli obiettivi fissati dall’Unione Europea al 2020 per la riduzione delle emissioni di CO2>>.
Per informazioni più precise su come e dove partecipare alla manifestazione si può consultare il sito www.oltreilnucleare.it

Daniela Ciranni