Argentina, Batista confermato ct. E Maradona s’infuria

Mancava solo l’ufficialità, adesso è arrivata: Sergio Batista guiderà la Nazionale argentina fino ai prossimi Campionati del Mondo, in Brasile nel 2014. Ad annunciarlo è stato Julio Grondona, presidente dell’Afa, la Federcalcio argentina.

Sono molto felice – le prime parole di Batista, già Campione Olimpico come selezionatore della Nazionale a Pechino 2008 –. Essere il ct dell’Argentina è una responsabilità molto grande, ma sono felice di raggiungere gli obiettivi che mi sono posto ad inizio della mia carriera di allenatore“.

Nominato ad interim dopo l’eliminazione dell’Argentina dal Mondiale in Sudafrica, costata la panchina a Diego Armando Maradona, il nuovo commissario tecnico avrà come primo obiettivo la Coppa America del prossimo anno, in programma proprio in Argentina.

La scelta di Batista farà felici i giocatori. Nei giorni scorsi Leo Messi si era fatto portavoce degli umori dello spogliatoio, auspicando la conferma dell’ex centrocampista dell’Argentinos Juniors: “Spero che resti, perché con lui ci troviamo a nostro agio, il gruppo va bene e a me piace il nostro modo di giocare“.

Grande la delusione di Maradona, che ancora sperava in una seconda possibilità alla guida della Seleccion e che non ha fatto nulla per nascondere la propria rabbia: “Questa scelta non può far felice nessuno. Continuerò comunque a tifare per l’Argentina, non c’è nessun dubbio, così come è sicuro che l’unico modo che ha Batista per far felice Messi è travestirsi da pagliaccio“.

Dopo le amichevoli contro Irlanda (1-0), Spagna (4-0) e Giappone (0-1), Batista affronterà da ct la super sfida contro il Brasile, il prossimo 17 novembre in Qatar. Sono 9 gli “italiani” convocati: il portiere Andujar (Catania), i difensori Javier Zanetti (Inter), Samuel (Inter) e Nicolas Burdisso (Roma), i centrocampisti Bolatti (Fiorentina), Pastore (Palermo) e Sosa (Napoli), e gli attaccanti Diego Milito (Inter) e Lavezzi (Napoli). Cambiasso, infortunato, non ci sarà.

Pier Francesco Caracciolo