Champions League, Basilea-Roma 2-3: Ranieri corsaro in Svizzera

Una Roma che non ti aspetti passa di forza al St.Jakob Park di Basilea e vede la qualificazione agli ottavi. Capitolini in vantaggio di due reti dopo i primi 45′, nella ripresa il Basilea prima accorcia le distanze poi subisce il ritorno degli ospiti che portano a 3 le marcature con il baby Greco ed infine mette ancora paura alla squadra di Ranieri segnando il gol del 3-2.

PRIMO TEMPO – Già dalle prime battute si vede che la squadra di Ranieri ha voglia di dar seguito alla vittoria di sabato scorso in campionato contro il Lecce. Dopo soli 120 secondi Menez prova ad impensierire Costanzo con un bel tiro da fuori area che difetta però nella precisione.

All’11’ però il Basilea sfiora il vantaggio. Huggel si avventa su un pallone scodellato dalla destra e solo un grande intervento di Julio Sergio nega allo svizzero la gioia del gol.

Proprio quando i padroni di casa sembrano decisi a prendere le misure dei giallorossi questi ultimi passano in vantaggio. E’ il 16′ quando Vucinic stoppa un pallone proveniente dalle retrovie e serve Menez che batte l’estremo difensore elvetico con un preciso tiro di piatto.

Due minuti più tardi sempre il francese avrebbe l’occasione per raddoppiare ma un intervento molto dubbio di un difensore avversario impedisce a Menez di realizzare il gol. Rete che tuttavia arriva al 22′, Riise viene messo giù in area e per il direttore di gara non ci sono dubbi: rigore per la Roma. Dal dischetto va Totti che realizza nonostante il suo tiro venga intuito da Costanzo.

Da questo momento fino al termine della prima frazione di gioco nessuna delle due squadre si contraddistingue per la produzione di clamorose azioni da gol, tuttavia il Basilea tenta costruisce i principali pericoli soprattutto sulle fasce, in particolar modo su quella di destra. Si va però al riposo sul risultato di 2-0 per gli ospiti.

SECONDO TEMPO – La ripresa comincia con un Basilea molto determinato che nei primi minuti chiude la Roma nella propria metà campo non riuscendo però quasi mai a creare pericoli veri e propri. La squadra di Fink gioca molto con cross dalla trequarti e dal fondo che sono quasi sempre preda del portiere romanista.

Al 63′ Abrahm scocca un bel tiro dalla lunga distanza che si spegne poco oltre la traversa della porta occupata da Julio Sergio. Al 68′ però arriva il gol degli svizzeri, Julio Sergio manca l’uscita su un cross proveniente dalla sinistra (complice anche un tocco impercettibile di Nicolas Burdisso) e Frei può indisturbatamente mettere in rete di testa riaprendo di fatto la partita.

Nella Roma entra Borriello per Vucinic ed il cambio si rivela più che azzeccato. Al 75′ il numero 22 romanista scende sulla fascia di sinistra, fa fuori un avversario in area e viene steso, sarebbe rigore ma sul pallone arriva rapido come un treno Greco (anche lui entrato a partita in corsa in luogo di Menez) che realizza il suo primo gol in Champions League.

Ranieri effettua anche l’ultima sostituzione, facendo uscire un claudicante Nicolas Burdisso per il fratello, ma il Basilea trova ancora il gol con Shaqiri che è bravo a mettere in rete un pallone vagante nell’area avversaria.

Le fasi finali di gioco sono una vera e propria sofferenza per gli ospiti. All’88’ viene espulso Stocker per doppia ammonizione dopo aver scalciato ripetutamente Totti nella zona di calcio d’angolo. Il capitano della Roma perde gli ultimi minuti alla sua maniera, difendendo il pallone con il corpo e conquistando falli e rimesse laterali.

Finisce così con la vittoria della squadra allenata da Ranieri, 3 punti d’oro che, in concomitanza con la vittoria del Bayern Monaco in casa del Cluj permettono ai capitolini di tornare ad occupare il secondo posto nel girone da soli. Prossima avversaria propria la compagine bavarese.

CHAMPIONS LEAGUE 2010-2011 – 4^ giornata
GRUPPO E
Basilea, stadio ‘Saint Jakob’, 3 novembre 2010, ore 20,45

BASILEA-ROMA 2-3
RETE: 16′ Ménéz (R), 25′ rig. Totti (R), 69′ Frei (B), 77′ Greco (R), 83′ Shaquiri (B)

BASILEA (4-4-2) Costanzo; Inkoom, Abraham, Ferati (88′ Chipperfield), Safari; Shaqiri, Huggel, Yapi, Stocker; A. Frei, Streller (a disp. Sommer, Zanni, Atan, Tembo, Cabral, Almerares). All. Fink
ROMA (4-2-3-1) Julio Sergio; Cassetti, Juan, N. Burdisso, Riise; De Rossi, Simplicio; Ménéz (74′ Greco), Perrotta, Vucinic (70′ Borriello); Totti (a disp. Lobont, Castellini, Cicinho, G.Burdisso, Okaka).  All. Ranieri
ARBITRO: Björn Kuipers – Olanda (assistenti Van Roekel e Simons; assistenti di porta Nijhuis e Makkelie; quarto uomo van Boekel)
AMMONITi: Stocker, Streller (B), Perrotta, Cassetti, Ménéz (R)
ESPULSO: Stocker (B) al 91′ per doppia ammonizione

Simone Meloni