Bersani apre a una nuova fase: basta con i tira e molla

Una fase di transizione per mettere a punto una nuova legge elettorale capace di riconsegnare ai cittadini il diritto di scegliere il candidato più credibile: la ricetta di Pier Luigi Bersani per uscire dalla crisi e riavviare il motore della crescita nel nostro Paese prende le mosse da qui. Il segretario del Pd ha ieri partecipato alla festa della Cgil nel corso della quale Guglielmo Epifani ha ceduto il testimone a Susanna Camusso, nuova leader del sindacato.

Raggiunto dai giornalisti al Teatro Quirino di Roma, Bersani ha detto: “Ci sono enormi temi sociali aperti, dalla prospettiva per le nuove generazioni alla situazione dei redditi che fa paura. Vogliamo fare qualcosa o no? Questo – ha evidenziato il segretario del Pd – è il punto. Questo governo non è in condizioni di dare una risposta a questi problemi, anche perché è sempre distratto da un sacco di altre cose”.

Da qui la proposta: “Dobbiamo aprire una fase nuova – ha ripreso l’ex ministro dello Sviluppo economico – per evitare che la crisi del berlusconismo porti nel caos il Paese. Chiediamo che ci sia un passaggio di transizione e che i cittadini vengano messi di fronte a nuove proposte, che possano andare a votare con una nuova legge elettorale dopo una fase di transizione. Ognuno a questo punto – ha scandito Bersani – si prende le sue responsabilità, il tira e molla che va avanti da settimane e mesi non mi sembra una cosa sensata”.

Interpellato, infine, sulla possibilità che Gianfranco Fini faccia franare il terreno sotto i piedi del governo, concedendo solo un sostegno esterno all’attività dell’esecutivo guidato da Silvio Berlusconi, il leader dei democratici ha tagliato corto: “Non so cosa accadrà, non sono affari miei“. Una reticenza dietro la quale Bersani pare trincerarsi per pura scaramanzia, nella speranza di centrare l’obiettivo più ambizioso: quello di ottenere che il presidente della Camera ceda presto alle “sirene” dell’opposizione per avviare una nuova fase politica. Orfana della leadership del Cavaliere.

Maria Saporito