Tragedia aerea in Pakistan e a Cuba

Tragedie nei cieli del Pakistan e di Cuba. Un volo charter noleggiato dall’Eni, con a bordo 21 persone, è precipitato oggi nei pressi di Karachi, in Pakistan. Tra le vittime anche un italiano, Antonio Sasso. Sempre nella giornata odierna si è schiantato un aereo di linea cubano in volo verso l’Avana. A bordo c’erano 68 persone, 28 delle quali straniere. Anche in questo caso vi era un italiano tra i passeggeri.  

Le 21 persone a bordo del Beechcraft 1900 -ad eccezione dei membri dell’equipaggio- erano tutti impiegati dell’Eni, in volo dalle sede di Karachi verso il giacimento di Bhet Shat. Appena trenta secondi dopo il decollo, il pilota ha riscontrato un problema nelle apparecchiature di bordo. Ha cercato di rientrare in aeroporto, ma quando ci ha provato l’aereo è precipitato. I corpi sono stati già recuperati, ma -ha dichiarato il colonnello Noor Alam, incaricato dei soccorsi- “L’aereo è stato completamente distrutto  e i corpi sono irriconoscibili a tal punto che non è possibile dire neppure se sono donne o uomini”.

Paolo Scaroni, ammiistratore delegato di Eni, e Claudio Descalzi, direttore generale, hanno fatto sapere che si recheranno in Pakistan nelle prossime ore per incontrare i colleghi presenti nel Paese. Il primo ministro pakistano, Syed Yusuf Raza Gilani, ha espresso il suo cordoglio ai famigliari delle vittime e ha fatto sapere che aprirà subito un inchiesta per chiarire la dinamica della tragedia.

Ancora da chiarire le dinamiche dell’incidente che è costato la vita ai 68 passaggeri e membri dell’equipaggio dell’ATR-72-212 della compagnia Aerocaribbean, in volo da Santiago de Cuba fino alla capitale Avana. Il pilota, poco prima di perdere i contatti con la torre di contatto, aveva parlato di una “situazione di emergenza”. L’aereo della Aerocaribbean (compagnia di proprietà dello stato cubano) trasportava a bordo 28 stranieri, la maggior parte sudamericani, ma tra loro c’erano anche tre olandesi, due austriaci,  due tedeschi, un francese, un  spagnolo, un giapponese, e un italiano.

(nella foto un aereo della compagnia Aerocaribbean)

Annastella Palasciano