Usa, Obama chiede aiuto ai repubblicani

Clima disteso fra democratici e repubblicani. Dopo i furori delle elezioni midterm, il presidente Barack Obama sta cercando di tessere rapporti di collaborazione con il Partito repubblicano che ha la maggioranza al Senato.

Si parla infatti di un incontro alla Casa Bianca per il 18 di novembre. A questo meeting parteciperanno John Boehner neoeletto speaker della Camera, Mitch McConnell leader dell’elefante al Senato e la predecessore di Boenher Nancy Pelosi. Energia, lavoro ed esteri saranno alcune delle tematiche che verranno affrontate.

Le ultime elezioni hanno visto il Partito democratico in forte discesa. Moltissimi gli stati che con governatori diversi da quelli precedenti. Nelle amministrazioni locali ormai sono i repubblicani ad occupare le poltrone. Seggi conquistati anche al Senato, dove i democratici hanno visto un forte crollo. Al partito dell’asinello non resta che consolarsi con la tenuta alla Camera e la vittoria in alcuni stati come New York dove Cuomo sarà il nuovo governatore.

In queste ore Obama si trova è in procinto di partire per l’Asia, dove farà tappa in vari paesi fra cui Cina, India e Pakistan. “Non c’è dubbio che il primo problema della gente è l’economia” dice il Presidente. “Il voto esprime il dissenso riguardo le mancate politiche per uno sviluppo economico”. Per Barack Obama bisogna puntare sui mercati asiatici, in questo periodo in rapida crescita, per rilanciare l’economia.

Intanto Hilary Clinton, attuale segretario di stato, dice di non volersi candidare per le presidenziali del 2016. Sono molto felice di fare quello che sto facendo come segretario di Stato” dichiara l’ex first lady.

Matteo Melani