Usa, Obama: uniti per rilanciare l’economia

Dopo i deludenti risultanti alle ultimi elezioni mdterm, Barack Obama cerca di rimettere in piedi la sua laedership. Calato nei sondaggi e perdente nelle ultime elezioni, adesso chiede alla maggioranza repubblicana alla Camera di cooperare.

Il nostro futuro dipende dalle soluzione che adotteremo per risolvere i problemi, dalla qualità della vita delle prossime generazioni” dice Barack Obama. Se i meriti nella politica estera sono i cavalli di battaglia dell’attuale amministrazione, economia e lavoro sono grandi punto di debolezza. Su questi temi il Partito democratico caduto alle ultime tornate. Tanti i delusi dell’operato sul fronte della disoccupazione. Secondo molti analisti Obama ha in parte vissuto di rendita dei messaggi della campagna elettorale del 2008, culminata con la sua vittoria.

Nonostante la sconfitta il presidente Usa non di perde d’animo. “Fino ad oggi i posti di lavoro nel privato sono cresciuti di un milione e cento”. Per il diciotto di novembre è previsto un incontro con le principali istituzioni, occupate da uomini del partito col simbolo dell’elefante. “La sfida più importante di oggi, non è fra repubblicani e democratici. E’ la sfida con i paesi di tutto il mondo per guidare l’economia,e la nostra riuscita o sconfitta dipende da come faremo come nazione”. Oggi Obama è partito per un tour dei paesi asiatici. Prima della partenza ha ricordato che i mercati in continua crescita sono importanti per le imprese americane.

Matteo Melani