Monica Bellucci e le escort di palazzo

Il prossimo 10 novembre è la data tanto attesa per l’ uscita del libro fotografico “Monica Bellucci” edito da Rizzoli. In occasione della presentazione del libro la bellissima attrice ha rilasciato le sue opinioni riguardo alle vicende scandalose, intorno al caso Ruby, che negli ultimi tempi si stanno divulgando a macchia d’ olio. «Le escort di palazzo? Sono un discordo vecchio come il mondo, non nuovo di oggi. La donna che va verso l’ uomo di potere per avere favori è un tema antico, basta pensare alla Hollywood degli anni cinquanta con le attrici legate ai produttori. L’ uomo capo branco e la donna in una situazione di schiavitù non è un male di oggi ma del mondo».

Monica Bellucci esamina il problema delle escort di palazzo puntando il dito alla condizione femminile «Noi donne dobbiamo ancora lottare molto per avere la parità e conquistare la libertà nella testa, perché è lì che non siamo libere. Noi possiamo fare tutto come gli uomini e in più facciamo i figli».

Il libro fotografico, in uscita mercoledì prossimo, la cui introduzione è firmata dal regista Giuseppe Tornatore, racchiude una raccolta di vent’ anni di scatti dell’ attrice italiana di fotografi tra i più importanti a livello mondiale, come Richard Avedon, Fabrizio Ferri, Peter Lindbergh e Bruce Weber. Una vera e propria autobiografia per immagini dell’ attrice che ha scelto personalmente le foto più belle. “Le ho scelte io. Non ho voluto né foto pubblicitarie né foto di moda. Volevo l’ espressività primordiale del corpo. D’altronde è questo che mi ha sempre attratta nella fotografia: l’arte di madre natura. Il corpo così com’è” Ha dichiarato Monica qualche giorno fa in un’ intervista.

I proventi ottenuti dalla vendita del libro saranno devoluti dalla Bellucci in beneficenza a due associazioni, l’Agop (Associazione genitori oncologia pediatrica) e Paroles Des Femmes , un’ associazione francese per i diritti delle donne che presta aiuto nei casi di difficoltà.

Caterina Cariello