Prete finto a Verona, i fedeli lo scoprono dopo vent’anni

Già ultra-sessantenne, Italo Gallieni ha voluto intraprendere la “carriera” religiosa.  Si è così vestito di nero ed ha cominciato letteralmente a pontificare ( nel suo piccolo) di povertà e solidarietà. Così facendo ha potuto trasformarsi  in padre Tommaso. Il problema è che il suddetto, non è mai stato veramente “padre”, perlomeno non delle anime che in questo ventennio hanno frequentato la chiesa di Fane, un paesino in provincia di Verona.

Sembrerebbe l’inizio di un romanzo di fantasia ed invece, a quanto sembra, le cose stanno proprio così: le pecorelle venivano portate a spasso da un pastore fasullo. Mai però, le suddette pecorelle, avrebbero potuto accorgersi dell’inganno. L’uomo aveva sempre le stesse abitudini, ogni anno; A Maggio arrivava e ai primi freddi dell’autunno, tornava “al monastero”, così perlomeno sosteneva. Nel periodo di residenza in paese, padre Tommaso diceva messa regolarmente e addirittura confessava i fedeli come un vero e proprio uomo di Dio.

In paese tutti si fidavano di lui, tutti gli hanno donato qualcosa, come gli stessi abitanti di Fane,  centro abitato sulle montagne venete, hanno spiegato. Capita però che a 84 anni si debba affrontare una visita in ospedale. Probabilmente le condizioni di salute del finto padre Tommaso hanno destato una certa preoccupazione in Don Adrian Cristinel Bulei, giovane responsabile delle chiese di zona. Quest’ultimo ha provato, affannosamente  e con l’animo in tensione, a contattare i superiori di padre Tommaso, che però, non esistendo, non è mai riuscito a trovare. Da qui, una breve indagine ha portato alla luce anche la falsità della carica del prete con una forte preferenza per la stagione estiva.

L’uomo, a quanto pare, ha  approfittato per vent’anni  della bontà e della fiducia della gente, scroccando pranzi e cene e chiedendo offerte per i poveri,  offerte che non si è mai capito che fine abbiano fatto.Il suo lavoro forse  non sarebbe mai potuto essere quello dovuto al sacerdozio, ma avrebbe certamente potuto intraprendere con successo la carriera dell’attore.

A.S.