Roma: torna operativo il Bambin Gesù

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:27

L’ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma, a poco più di dodici ore dall’incendio che è scoppiato al Padiglione Pio XII, è tornato pienamente operativo questa mattina. Alle ore 9 era già in condizione di operatività il Pronto Soccorso, nuovamente pronto a ricevere trasferimenti da altre strutture ospedaliere italiane.

Va precisato, però, che anche negli agitati istanti in cui l’incendio si andava propagando l’attività di emergenza dell’ospedale non ha mai davvero subito un’interruzione.

Tutte le persone che erano rimaste più o meno intossicate per il diffondersi improvviso del fumo sono in via di miglioramento. La direzione dell’ospedale fa sapere che “quaranta sono già rientrati a casa o in servizio in Ospedale nella serata di ieri, mentre altri quattro, tre dipendenti dell’Ospedale e un familiare di un bambino ricoverato, rimangono in osservazione ma le loro condizioni non destano alcuna preoccupazione”.

I quasi 120 pazienti che si trovavano ricoverati presso il padiglione interessato dall’incendio sono stati prontamente spostati in altre unità operative all’interno del Bambin Gesù, ad esclusione di 6, fatti trasferire verso altri ospedali. I Vigili del Fuoco ipotizzano che la causa dell’incendio, iniziato in sala rianimazione, possa essere quella di un errore umano (una sigaretta non spenta, un apparecchio elettrico lasciato inavvertitamente acceso, etc etc).

Il direttore sanitario dell’ospedale, Massimiliano Raponi, ringrazia pazienti e familiari per la collaborazione: “non ci sono state scene di panico e l’emergenza è stata affrontata con grande serietà e competenza”. “I danni causati dall’incendio”, prosegue Raponi, “purtroppo sono ingenti. Le apparecchiature mediche dovranno essere sostituite perché danneggiate più dal fumo e dal pulviscolo che dalle fiamme. Valutazioni più precise saranno effettuate nei prossimi giorni”.

Gianluca Bartalucci

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!