NewNotizie ad Eicma 2010: prime foto all’impero delle due ruote

Milano, 7 Novembre. Si chiude oggi Eicma 2010 ( accesso alla photogallery cliccando sulla scritta sotto la foto a sinistra).  Anche NewNotizie ha voluto osservare  da vicino la cittadella delle due ruote. Al nostro arrico ci troviamo davanti a diversi padiglioni popolati da moto, scooter, quad, veicoli cingolati, accessori vari e biciclette di ogni tipo. La fiera che ospita la manifestazione è quella “nuova” , uno sterminato insediamento commerciale sito tra Rho e Pero, alle porte di Milano.

Arriviamo presto, per avere un’idea di “cosa c’è dentro”  prevediamo  di impiegarci diverse ore e metà dello spessore della suola delle scarpe. Così è, anche perchè, è quasi come esplorare una galassia, a piedi. Contrariamente ad una pista, dove ad esempio ha girato la Ktm del campione del mondo Martin Bauer, esposta pure lei all’Eicma, qui vie di fuga non ce ne sono. Dovunque ci si giri, si sbatte contro una “Gsx” da 300 km/h o contro l’inquietante meccanica della “Ninja”, alla quale per l’occasione, ad un esemplare è stato tolto tutto. Telaio, gomme e motore, non c’è nient’altro, inquietante, appunto.

Altre opzioni? Una vera e propria marea di scooter, i già citati cingolati, e ovviamente le moto “di lusso”, Goldwing, Bmw da turismo di rara bellezza e gli “invincibili” Custom americani, alcuni caricati  sul cassone di furgoni altrettato USA, anche d’annata. Non mancano nemmeno le belle ragazze, e ce ne sono molte, per la gioia di tutti i bikers maschi. Alcune riescono a mettere in secondo piano anche veri e propri gioielli tecnologici, il contrario, per ovvi motivi, non è possibile sostenerlo.

Due chicche ciclistiche senza motore; la bici di Fiorenzo Magni,”il Leone delle Fiandre”, vincitore al Giro d’Italia del 1955, esposta su un enorme pedana “rosa Gazzetta dello sport”, ed a fianco a lei una “Legnano” del 1942, appartenuta al leggendario Fausto Coppi. Non che la Legnano non sia essa stessa una leggenda, ci siamo astenuti dal toccarla per puro timore reverenziale.

Auto? Non è che sia proprio il luogo adatto, ma qualcuna ce n’è; quelle elettriche ad esempio, la Panda green car delle Energy Resources, o il prototipo Elettra, realizzato in collaborazione con la Wt Motors, tutte ad impatto zero, anche sul portafoglio una volta acquistate. Ce n’è pure un’altra di auto,un po’ più veloce, un po’ meno economica. E’ la Ferrari della Kessel Racing, gialla e nera, numero 46. No, non è un caso, è proprio quella guidata da Valentino Rossi. La 430 da gara è  un’imponente scheggia scura, larga, bassa, una delle sue gomme può costare come una vacanza, o anche di più, dipende dalla meta prefissata.

Eicma 2010 non ha probabilmente deluso proprio nessuno, ha solamente stancato molto, fisicamente parlando, i suoi visitatori, i quali hanno dovuto marciare non poco per riuscire ad avere un quadro più o meno completo della manifestazione. In ogni caso, sicuramente non è stata energia sprecata.

Nei prossimi giorni NewNotizie pubblicherà alcune brevi gallerie fotografiche a tema. Dettagni di parti meccaniche, scooter, fuori strada, mezzi speciali e il connubio donne e motori saranno i protagonisti del racconto ad immagini dell’evento di caratura internazione che vede oggi il suo termine. Quindi, chi per una qualunque ragione non ha potuto raggiungere la fiera di persona, potrà attraverso le “gallery” farsi una concreta idea della varietà, della qualità, nonchè della quantità dei contenuti di Eicma 2010

A.S.