Serie A, Inter-Brescia 1-1: Eto’o su rigore risponde a Caracciolo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:56


L’Inter fatica ancora e rischia di perdere l’imbattibilità interna in campionato. A risolvere i problemi ci pensa ancora Samuel Eto’o all’ottavo gol in campionato che mette a segno un calcio di rigore (molto dubbio) da egli stesso procurato al 28′ della ripresa. Il primo tempo si era chiuso con il Brescia avanti grazie a un gol di Caracciolo. Per Benitez, intanto, aumenta la lista degli infortunati: a farne le spese stavolta Maicon (problema muscolare) e Samuel (probabile distorsione al ginocchio). Solo un mancamento per Sneijder all’intervallo che è stato sostituito, l’olandese sarà già disponibile per la prossima gara di campionato.

PRIMO TEMPO – Benitez schiera i suoi con un inedito 4-4-2: Eto’o e Milito sono le due punte, Pandev e Coutinho le ali, mentre in mediana ci sono Zanetti e Sneijder. L’Inter sembra partire forte: al 3′ ci prova Coutinho, ma manda alto. Un minuto dopo, bella punizione di Sneijder dal limite, Arcari è bravo e si rifugia in angolo. Al 7′ Eto’o semina il panico in area poi conclude con un rasoterra bloccato da Arcari. Al 13′ si fa vedere in avanti il Brescia con un tiro di Diamanti deviato da Samuel che per poco non inganna Castellazzi. Un minuto più tardi, le rondinelle sono in vantaggio: lancio di Cordova per Caracciolo che è fortunato nel rimpallo con Samuel e poi anticipa Lucio quasi in spaccata spiazzando Castellazzi. L’Inter si disunisce un pò dopo lo svantaggio: al 19′ Coutinho va al tiro, la sua conclusione forte ma centrale viene respinta dal portiere avversario. Al 26′ si fa male Maicon: per il brasiliano un problema alla coscia, entra al suo posto Cordoba che giocherà in un ruolo non proprio suo, quello di terzino destro. Al 32′ è Pandev a provarci dal limite, la palla sfiora il palo. I nerazzurri sono sempre in attacco, ma non riescono a sfondare il muro difensivo bresciano e sono quindi costretti alla soluzione da fuori area. Al 40′ bel contropiede del Brescia guidato da Zebina che poi non riesce a finalizzare al meglio, l’ex juventino si getta maldestramente in spaccata su un pallone in piena area interista e vanifica tutta l’azione. Subito sull’altro fronte c’è un’occasione per l’Inter con Coutinho bravo ad accentrarsi e lasciar partire un bel destro che sorvola di poco la traversa.

SECONDO TEMPO – L’Inter si ripresenta in campo con Obi al posto di Sneijder, causa malore occorso all’olandese durante l’intervallo. Al 3′ Benitez perde un altro pezzo: scontro di gioco tra Samuel e Caracciolo, ad avere la peggio è l’interista che dovrà uscire per un problema al ginocchio. Al suo posto entra Santon, che va a fare il terzino destro, mentre Cordoba scala al centro. L’Inter non riesce a costruire occasioni: Santon spinge molto sulla fascia destra, ma i compagni non lo aiutano molto. Al 23′ ecco la prima palla-gol: Milito serve bene Eto’o in area, Arcari esce e mette in angolo. Al 27′ contrasto in area tra Eto’o e Berardi: Gava assegna un calcio di rigore molto dubbio. Dal dischetto Eto’o spiazza Arcari e pareggia i conti. I successivi attacchi nerazzurri, molto confusionari, si infrangono contro il muro difensivo predisposto da Iachini. Solo nel recupero l’Inter riesce ad avere altre due occasioni con Milito: nella prima si fa bloccare il tiro da Arcari, nella seconda (all’ultimo giro di orologio) il Principe si mangia un gol praticamente fatto: solo davanti al portiere, spara altissimo. Per l’Inter arriva così solo un punto: la Lazio potrebbe così allungare oggi e il Milan può risorpassare i cugini.

IL TABELLINO

INTER-BRESCIA 1-1

MARCATORI: Caracciolo (B) al 14′ p.t.; Eto’o (I), su rigore, al 28′ s.t.

INTER (4-4-2): Castellazzi; Maicon (dal 27′ p.t. Cordoba), Lucio, Samuel (dal 6′ s.t. Santon), Chivu; Coutinho, J.Zanetti, Sneijder (dal 1′ s.t. Obi), Pandev; Milito, Eto’o. (Orlandoni, Materazzi, Nwankwo, Biabiany). All. Benitez.

BRESCIA (4-3-2-1): Arcari; Berardi, Zebina, V.Martinez, Dallamano; Baiocco, Cordova (dal 21′ s.t. Budel), Hetemaj; Diamanti (dal 38′ s.t. Bega), Kone (dal 31′ s. t. Eder); Caracciolo. (Leali, Vass, Zambelli, Possanzini). All. Iachini.

ARBITRO: Gava di Conegliano Veneto (Treviso).

AMMONITI: Coutinho (I) per gioco scorretto, Hetemaj (B) per gioco scorretto, Arcari (B) per comportamento non regolamentare.

Miro Santoro

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!