Serie A, Juventus-Cesena 3-1: decidono Del Piero, Quagliarella e Iaquinta

Nel giorno delle stelle bianconere, la Juve trova il secondo successo consecutivo in campionato, piegando il Cesena per 3-1. Una partita che era iniziata male par gli uomini di Del Neri, con il vantaggio romagnolo ad opera di Jimenez. I padroni di casa, ancora in piena emergenza e con il giovane Sorensen al centro della difesa, hanno avuto la forza di reagire, e dopo aver sofferto tremendamente nei primi 20′, hanno preso in mano la gara portando a casa un risultato importantissimo.

Con questo risultato, Del Piero e compagni mantengono il quarto posto in classifica, accorciando sulla Lazio, sconfitta nel derby, e sull’Inter, bloccata dal Brescia ieri sera. Sempre più difficile la situazione del Cesena, alla quinta sconfitta nelle ultime sei partite: i romagnoli, con 8 punti, chiudono la graduatoria in compagnia di Bari e Parma.

PRIMO TEMPO – Rispetto alle previsioni della vigilia, Del Neri sceglie Sissoko in mezzo al campo, lasciando l’acciaccato Felipe Melo in panchina.

Nei primi 20′ il Cesena mette sotto la Juve. Al 7′ Parolo ci prova su punizione, calciando a lato. Quattro minuti dopo arriva il gol ospite: lungo cross di Giaccherini da sinistra, torre di testa di Schelotto per Jimenez che appoggia in rete da due passi.

La squadra di Del Neri non si scuote e rischia di capitolare ancora. Prima è Giaccherini, il migliore dei suoi, a calciare fuori di poco dai 20 metri; poi ci prova Parolo, trovando pronto Storari.

Al 21′ arriva il primo tiro della Juve: è un destro di Aquilani, deviato in angolo da Antonioli. Alla mezz’ora, calcio di rigore per i padroni di casa: Pellegrino trattiene Bonucci in area, Del Piero va dal dischetto e spiazza il portiere romagnolo.

Al 41′ il Cesena rimane in 10: Pellegrino, ammonito in occasione del penalty, entra duro su Pepe e va sotto la doccia. La Juve ne approfitta e due minuti dopo trova il vantaggio: cross mancino di Marchisio dalla destra, Quagliarella in tuffo schiaccia di testa e infila sotto la traversa.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa il ritmo cala vistosamente. La squadra di Del Neri, in vantaggio numerico e di risultato, si accontenta di gestire, mentre gli ospiti provano a spingere senza però trovare la necessaria incisività.

Al 50′, su angolo di Del Piero, Grosso ci prova di testa mandando alto di poco. Dieci minuti dopo, crossando da sinistra, Pepe colpisce il palo esterno. Al 71′, debole punizione di Pepe, facilmente bloccata da Antonioli. Al 78′, servito da Iaquinta, Quagliarella ci prova con un diagonale da destra, trovando i guanti del portiere ospite.

A 3′ dal termine arriva il terzo gol della Juve: Salihamidzic crossa da destra, Iaquinta tocca di interno destro e beffa Antonioli sul secondo palo. E’ la rete che chiude la gara.

TABELLINO

JUVENTUS – CESENA 3 – 1

Juventus (4-4-2): Storari; Motta, Sorensen, Bonucci, Grosso; Pepe, Sissoko (11’ st Felipe Melo, 31’ st Salihamidzic), Aquilani, Marchisio; Quagliarella, Del Piero (11’ st Iaquinta).
A disposizione: Costantino, Camilleri, Lanzafame, Liviero. All. Del Neri

Cesena (4-3-3): Antonioli; Nagatomo, Pellegrino, Von Bergen, Lauro (31’ st Ceccarelli); Schelotto (43’ pt Benalouane), Appiah, Parolo; Jimenez, Bogdani (31’ st Rodriguez), Giaccherini.
A disposizione: Cavalieri, Fatic, Gorobsov, Piangerelli. All. Ficcadenti

ARBITRO: Romeo

MARCATORI: 11’ pt Jimenez (C), 31’ pt Del Piero (J) rig., 43’ pt Quagliarella (J), 42’ st Iaquinta (J)

AMMONITI: Motta (J), Appiah (C), Bogdani (C), Sissoko (J)

ESPULSI: 41′ pt Pellegrino (C)

Pier Francesco Caracciolo