Serie A, Napoli-Parma 2-0: doppietta di Cavani, nuovo Re del San Paolo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:04

Il Napoli cancella la trasferta di Liverpool e ritrova gol e vittoria tra le mura del San Paolo. Il Parma è battuto 2-0 grazie a una splendida doppietta di Edinson Cavani. Adesso i partenopei si trovano nei piani alti della classifica. Emiliani un po’ sottotono, ma anche sfortunati con Giovinco e Crespo costretti ad abbandonare il campo per infortunio. Entrambi gli allenatori si presentano con novità dell’ultimo minuto. Mazzarri stravolge quasi tutto rispetto alla partita con il Liverpool. Lascia per la prima volta in panchina Lavezzi e schiera Sosa. Giocano dal ‘1 Cribari, Zuniga e Vitale, preferiti a Cannavaro, Gargano e Maggio. Marino decide di privarsi di attaccanti di ruolo e si affida al tridente offensivo formato da Giovinco, Marques e Candreva. In panchina Bojinov e Crespo.

1°TEMPO – Si parte con un buon ritmo da parte di entrambe le squadre. Il Napoli cerca l’imbucata vincente per l’unica punta Cavani, ma il Parma dimostra personalità nel ribaltare subito il fronte offensivo. Dopo le iniziali fasi di studio però, la partita si fa più blanda e nessuna delle due formazioni riesce a tirare in porta. Al ’19 cambia tutto con gli emiliani che si trovano scoperti su una buona ripartenza di Zuniga. Il colombiano serve Cavani, lasciato solo in area, e il “matador” infila Mirante per l’1-0 partenopeo. La situazione per i gialloblù si aggrava ulteriormente con Giovinco che accusa problemi fisici e chiede il cambio. Entra Crespo e l’esperimento “tridente senza attaccante” di Marino dura solo ’25 minuti.

I padroni di casa approfittano del momento favorevole e mettono pressione alla difesa avversaria che deve più volte spazzare via la palla per evitare pericoli. L’ottimo Zuniga è il riferimento principale per avviare l’azione offensiva napoletana. I ragazzi di Mazzarri sembrano essere sempre di più padroni del campo, ma non creano le occasioni per affondare il colpo decisivo. Al ’36 Crespo rischia il clamoroso pareggio. Antonelli va via sulla fascia e mette dentro per il tap-in dell’argentino: miracolo di De Sanctis. Nei minuti finali gli ospiti si gettano in avanti dando segnali di ripresa. Si va al riposo sull’1-0, anche se Mazzarri chiederà ai suoi di chiudere quanto prima il match perché il Parma è ancora vivo.

2°TEMPO – Pronti via e Cavani si rende pericoloso su assist di Yebda, ma il suo tiro è strozzato dalla difesa parmense e finisce tra le mani di Mirante. Due minuti dopo, al ’48, ancora l’uruguaiano va alla conclusione da fuori, non riuscendo a dare potenza. Ignorato Sosa tutto solo al centro dell’area. Gli emiliani sono tornati in campo frastornati e soffrono l’iniziale assedio azzurro. Al quarto d’ora si intravede una timida reazione dei ragazzi di Marino, ma Hamsik e compagni sembrano gestire bene il loro predominio in mezzo al campo. Hernan Crespo è però sempre pronto a pungere e al ’60 Campagnaro deve anticiparlo di testa in extremis per evitare una ghiotta occasione da gol in area. Mazzarri si gioca il doppio cambio Lavezzi-Gargano, mentre Marino risponde inserendo Bojinov.

Il bulgaro sfiora il pareggio al ’67 quando, di testa, manda di poco alto la palla al termine di un’azione insistita dei suoi. Al ’70 è lo spagnolo Marques a tirare in porta dopo essersene andato via in contropiede. La potenza c’è, la mira no e il pallone è alto. Al ’78 ci prova ancora Cavani a chiudere la gara, ma Mirante compie un’ottima parata di piede. Sull’azione successiva Lucarelli rischia invece di pareggiare, ma la sua incornata finisce sull’esterno della rete. A ‘5 dalla fine, altro cambio obbligato per il Parma. Stavolta si fa male Crespo che lascia il posto ad Angelo. All’85 Edi Cavani riesce nell’impresa di chiudere la gara e lo fa con un gran gol. Uno-due con Lavezzi in area, si gira bene su Lucarelli e mette in rete da posizione defilata. 2-0 e il Napoli vince meritatamente in casa. Opaco e sfortunato il Parma che rimane ultimo.

Napoli – Parma  2 – 0

Marcatori: Cavani al ’19 e all’85

(3-4-1-2): De Sanctis; Grava, Cribari, Campagnaro; Yebda, Pazienza, Vitale(dal’70 Aronica), Zuniga, Hamsik(dal’63 Gargano); Sosa(dal’63 Lavezzi), Cavani. A disposizione: Iezzo, Cannavaro, Maggio, Dumitru. All. Mazzarri

(4-3-2-1): Mirante; Lucarelli, Paletta, Zaccardo, Antonelli; Morrone(dal’64 Bojinov), Gobbi, Valiani; Giovinco(dal’25 Crespo)(dall’85 Angelo), Candreva, Marques. A disposizione: Pavarini, Paci, Dellafiore, Pisano. All. Marino

Arbitro: Mazzoleni di Bergamo

Ammoniti: Vitale, Grava, Marques

Giuseppe Greco

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!