Eicma 2010: ecco le moto che vanno ovunque

Siete di quelli che appena inforcate una moto andate fuori strada? Già, la frase è ambigua, ma che nessuno si offenda.

A tanti, l’asfalto, anche alla guida di una lussosa, comoda o veloce moto, non piace più di tanto; preferiscono infatti la terra, il fango, l’acqua, oppure i bidoni, gli steccati, tetti e cofani delle auto e chi più ne ha più ne metta; in ogni caso e questo è fuori di dubbio, a loro piace saltare.

Su alcuni circuiti, improvvisati o meno è più il tempo che la loro due ruote resta sospesa per aria che quello in cui “riesce” a percorrere brevi tratti del pianeta Terra. Per fare ciò però, oltre ad essere un pilota esperto e coraggioso, ci vuole anche il mezzo adatto.

E così, vengono in soccorso dei bikers che rifiutano qualunque tipo di asfalto ( anche quello più malmesso, perchè comunque, è troppo “piatto”) le proposte di varie case motociclistiche per la stagione 2010-2011, con i sacrosanti, oltre che dovuti distinguo tra le due ruote da cross e quelle da trial.

Tra queste ultime, la photogallery ( accedibile cliccando sulla scritta sotto all’immagine in altro a sinistra) ci mostra ad esempio una Sherco, 300 (circa) di cilindrata, quattro tempi, cinque velocità con tanto di sistema di sicurezza per le cambiate “false”. I freni? 185 mm davanti, 145 dietro.

Per chi si diverte ad arrampicarsi in cima a qualunque cosa si trovi sulla sua strada, muraglia cinese compresa, può essere un bel gioiellino, ma anche Betamotor per citarne un’altra, non ha mancato di esporre ad Eicma 2010 i suoi pezzi migliori.

Tra le divoratrici di terra e fango invece spicca la Ktm numero 222, sapientemente guidata dal campione del mondo 201o dell’MX1, Tony Cairoli. E poi Suzuki, Tm Racing, GasGas, Honda. Ce n’è un po’ per tutti i gusti insomma,  a partire dai cinquantini Husquarna.

A.S.