Premier League, 11/a giornata: Balotelli salva il City, Torres ferma il Chelsea

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:07

L’undicesima giornata di Premier League, ha come immagine-simbolo Carlo Ancelotti. Dopo la sconfitta di Liverpool, per mano di uno scatenato Torres, i blues e Carletto cominciano a sentire il fiato sul collo. Quello che si propone come anti-Chelsea è il Manchester United. La squadra di Ferguson è ancora imbattuta in campionato e con la vittoria di sabato si è portata a sole due lunghezze dalla capolista. Recupera terreno Mancini, salvato da Balotelli, che aggancia l’Arsenal al terzo posto.

Torres implacabile – Ad Anfield serviva una grande prestazione e Fernando Torres ha regalato una grande gioia ai tifosi del Liverpool. La sua doppietta rilancia i reds in classifica e costringe il Chelsea alla seconda sconfitta consecutiva. La squadra del Merseyside è tutta un’altra cosa con “El Nino” in campo. Ad approfittare di questo passo falso, è quella vecchia volpe di Alex Ferguson. Lo United ringrazia il coreano Park per la doppietta e per il gol al ’90 che regala il successo sul Wolverhampton. Perde una posizione l’Arsenal che cade in casa per la seconda volta in stagione. Il Newcastle fa il colpaccio grazie al suo bomber Carroll e si porta al quinto posto.

Ecco SuperMario – Roberto Mancini suda un po’ di meno grazie a Mario Balotelli. Il giovane attaccante scaccia il fantasma della crisi dal Manchester City e con la sua doppietta regala la vittoria esterna sul campo del West Bromwich. Poi si fa anche espellere, ma il Mancio aggancia l’Arsenal al terzo posto. Passo indietro per il Tottenham, sconfitto fuori casa dal Bolton. I wanderers regolano la squadra di Redknapp con un sonoro 4-2. Pensare che a un quarto d’ora dalla fine il punteggio era 1-1. Sono ben cinque le squadre appaiate al sesto posto. Oltre a Tottenham, Bolton, Wba e Liverpool, troviamo il Sunderland, che supera lo Stoke grazie alla doppietta di Gyan.

Hammers sprecone – Everton e Blackpool ci provano, ma alla fine fanno 2-2 e si dividono posta e posizione in classifica. Lo stesso risultato di Birmingham – West Ham dove gli hammers stavano per strappare una fondamentale vittoria esterna, ma si sono fatti rimontare. Un passo avanti lo fa invece il Blackburn. Tra le mura di casa, i rovers superano il Wigan in caduta libera. Pedersen e Roberts condannano i letticks al terz’ultimo posto. Infine, Fulham e Aston Villa termina 1-1. Settimo pareggio per i cottagers che recupero al ’90 con Hangeland.

Ecco il quadro dell’undicesimo turno:

BOLTON – TOTTENHAM   4 – 2 (’31 Davies, ’57 Steinsson, ’76 Davies(rig.), ’79 Hutton, ’87 Pavlychenko, ’90 Petrov)

BIRMINGHAM – WEST HAM  2 – 2 (’48 Piquionne, ’58 Behrami, ’64 Jerome, ’73 Ridgwell)

BLACKBURN – WIGAN  2 – 1 (’58 Pedersen, ’67 Roberts, ’75 N’Zogbia)

BLACKPOOL – EVERTON  2 – 2 (’10 Eardley, ’13 Cahill, ’48 Vaughan, ’50 Coleman)

FULHAM – ASTON VILLA  1 – 1 (’41 Albrighton, ’90 Hangeland)

MAN UTD – WOLVERHAMPTON  2 – 1 (’45 Park, ’66 Ebanks-Blake, ’90 Park)

SUNDERLAND – STOKE  2 – 0 (‘9 e ’86 Gyan)

ARSENAL – NEWCASTLE  0 – 1 (’45 Carroll)

WBA – MAN CITY  0 – 2 (’20 e ’27 Balotelli)

LIVERPOOL – CHELSEA  2 – 0 (’11 e ’45 Torres)

Per una classifica che parla così:

Chelsea 25 pt; Man Utd 23 pt; Arsenal e Man City 20 pt; Newcastle 17 pt; Bolton, Tottenham, Sunderland, Liverpool e Wba 15 pt; Everton e Blackpool 14 pt; Fulham e Aston Villa 13 pt; Birmingham e Blackburn 12 pt; Stoke e Wigan 10 pt; Wolves 9 pt; West Ham 7 pt.

Giuseppe Greco

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!