Francavilla Fontana: incidente sul lavoro, operaio 21enne in coma

A ventuno anni appena, Francesco Maggio, operaio intonachista di Francavilla Fontana (Br), si trova  in coma presso il reparto di Rianimazione del Perrino di Brindisi, dopo essere stato vittima dell’ennesimo incidente sul lavoro. Un cedimento dell’impalcatura sulla quale stava lavorando o, forse, un malore hanno provocato ieri mattina intorno alle 12 e 30 il volo da circa quattro metri del 21enne, che ha battuto con violenza il capo sul pavimento sottostante. Maggio stava lavorando alla ristrutturazione di un soffitto all’interno di un’abitazione in via Libertà, in pieno centro storico francavillese, quando è avvenuta la tragedia.

Il ragazzo, dipendente della cooperativa edile “Mcm costruzioni” di Francavilla Fontana, è stato sottoposto per quasi cinque ore a un delicato intervento alla testa  dai medici del reparto di neurochirurgia del Perrino di Brindisi, per la rimozione di un vasto ematoma e per mettere riparo ad altri eventuali danni.

Secondo una prima ricostruzione, il giovane, le cui condizioni sono assai critiche, era in piedi su una impalcatura e stava effettuando interventi al soffitto dell’abitazione in via Libertà quando, per cause ancora da accertare, ha perso l’equilibrio ed è caduto, battendo la testa sul pavimento. A soccorrere Maggio, prima dell’arrivo dei sanitari del 118, sono stati quattro suoi colleghi di lavoro.

Tocca ora agli investigatori riuscire a capire se tutte le norme sulla sicurezza e prevenzione degli infortuni (ad esempio, l’uso del casco protettivo), nonché quelle legate al rapporto di lavoro siano state rispettate.  Al momento, l’impalcatura e la stanza in cui è avvenuto l’incidente sono sotto sequestro, in attesa di compiere ulteriori rilievi.

Raffaele Emiliano