Poker, Wsop 2010: Duhamel vince l’Heads Up e si laurea campione del mondo

E’ andato in scena, nella notte, l’HU finale tra i due superstiti dei “November Nine”: il canadese Jonathan Duhamiel, che aveva chiuso da chip leader il tavolo di sabato notte, ha sconfitto il suo avversario, il chiusissimo statunitense John Racener. Per Duhamiel, primo canadese a laurearsi campione del mondo di poker, un premio di quasi 9 milioni di dollari e un braccialetto di platino, simbolo del trionfo al Mondiale. Il secondo classificato può consolarsi: porta a casa circa 5 milioni e mezzo di dollari.

La sfida – Fondamentalmente due le mani decisive: un Racener che partiva molto corto ha spesso limpato i piatti, cercando di limatare i danni nel preflop.  Infatti è di Duhamel il primo all in, callato da Racener che mostra coppia di dame. Il K-4 del canadese non scoppia la mano avversaria e Racener raddoppia. Il canadese decide allora di rendere molto aggressivo il suo gioco e con una serie di all in, non chiamati, accorcia lo stack dello statunitense che, qualche mano dopo, è costretto a chiamare l’ennesimo all in del suo opponent: A-J per Duhamel, K-8 per Racener. L’asso carta alta regge al flop, al turn, al river. Duhamel è campione del mondo di texas hold’em.

Si conclude così l’edizione 2010 delle World Series Of Poker. Edizione storica per l’Italia che ha visto un esponente del poker azzurro al tavolo finale del Main Event: Pippo Candio, che ha chiuso al quarto posto. Appuntamento a Giugno prossimo: ma occhio, perchè il poker non dorme mai. E altri tornei, seppur minori, regaleranno altre emozioni.

Edoardo Cozza