Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Ultime notizie di Economia

Arenaways: nessuna fermata intermedia sulla tratta Torino-MIlano

CONDIVIDI

“Doccia fredda” per Arenaways a pochi giorni dalla partenza del primo treno passeggeri sulla linea Torino-Milano.

Ieri l’ Ufficio per la Regolazione dei Servizi Ferroviari (Urs) ha vietato ai mezzi allestiti dalla prima azienda privata che vuole concorrere con Trenitalia le fermate intermedie sulla tratta tra i due capoluoghi perché interferiscono con i servizi per i quali è previsto un contributo pubblico.

Le tratte ferroviarie richieste dal concorrente privato di Trenitalia, in sostanza, devono essere limitate solo ai capoluoghi di Regione.

In una nota inviata dall’Urs al nuovo soggetto ferroviario si comunica che “lo svolgimento del servizio di trasporto passeggeri richiesto da Arenaways ha carattere regionale e compromette l’equilibrio economico del contratto di servizio pubblico in termini di redditività dell’impresa ferroviaria Trenitalia, titolare dei contratti con le Regioni Piemonte e Lombardia”.

Si dispone quanto sopra affinchè il servizio richiesto da Arenaways non abbia carattere regionale ma sia un servizio cosiddetto a media e lunga percorrenza, senza interferenza alcuna con i servizi per i quali è previsto un contributo pubblico”.

Le parti  possono richiedere il riesame della decisione a seguito di stipula del contratto di servizio ponte tra Trenitalia e la Regione Piemonte”.

”Questa decisone e’ folle, assurda e rappresenta un grave danno per tutto il sistema Piemonte”, il commento dell’ Ad di Arenaways Giuseppe Arena durante una conferenza stampa itinerante a bordo del “suo” treno, ”è un’opportunità di scelta negata ai viaggiatori, negativa anche per l’azienda che in questo modo vede rallentare lo sviluppo di un’attività che avrebbe creato ulteriori nuovi posti di lavoro ”.

”Comunque finalmente possiamo partire, ogni volta inventavano qualcosa per non farci iniziare. Diamo fastidio anche alla Regione a cui da luglio chiediamo un incontro senza ottenerlo. Si parla tanto di liberalizzazioni, ma poi nessuno le vuole”.

I biglietti per il primo viaggio del prossimo lunedì saranno comunque in vendita già da domani e potranno essere acquistati sia on-line che da rivenditori autorizzati.

Ieri, durante un audizione alla Camera sul tema trasporti ferroviari, è stato anche il giorno delle polemiche tra Mauro Moretti, Ad delle ferrovie dello Stato, e Luca Cordero di Montezemolo, presidente di Ntv, sulla separazione societaria tra Rfi, gestore della rete ferroviaria nazionale, e Trenitalia, l’operatore ferroviario.

Se per Montezemolo la scissione è l’atto necessario per completare la ristrutturazione del settore, per Moretti sarebbe un modo per sancire “ la scomparsa dell’industria ferroviaria nazionale”.

Marco Notari