Borse: che passione!

Si sa che la maggior parte delle donne possiede due passioni: quella per le scarpe e quella per le borse. Di borse ne esistono di ogni tipo: dalle più sobrie alle più stravanti. C’è da dire, però, che non sempre, quando ci si guarda intorno, si vedono signorine con addosso la borsa adatta alla situazione che stanno vivendo. Come scegliere la borsa adatta in ogni occasione?

Innanzi tutto la borsa deve saper efficientemente portare a termine il compito che le compete: quello di contenere gli oggetti della donna che la indossa. Non è bello, né tantomeno pratico, andare in giro con borse di dimensioni irrisorie che sembrano voler scoppiare da un momento all’altro. La borsa deve saper essere all’altezza del proprio ruolo: se dobbiamo portare con noi molte cose la borsa dovrà essere capace di contenerle tutte. D’altro canto è ridicolo anche vedere borse enormi palesemente vuote: per portare le chiavi di casa, il portafogli e le chiavi della macchina basta una borsa di dimensioni medio-piccole.

Per non essere fuori luogo bisogna far caso anche al momento del giorno in cui decidiamo di uscire. Al mattino e al pomeriggio ci si può sbizzarrire di più. Di mattina si suppone che si vada al lavoro, a scuola o all’università, perciò le borse molto capienti sono giustificatissime. Di pomeriggio la borsa dovrà essere adeguata al suo contenuto: mai dimenticare che borse grandi semi vuote e borse piccole stracolme non fanno un buon effetto. E la sera? La sera si suppone che si esca per puro diletto e che, quindi, non si abbia bisogno di portare con sé troppe cose. Per gli eventi serali, infatti, è preferibile indossare una pochette piccola ed elegante.

Cos’altro ricordare? Ovviamente la borsa deve essere scelta di conseguenza al modo in cui si è vestite. La “regola universale” vorrebbe che la borsa fosse rigorosamente abbinata alle scarpe. L’importante è che il colore delle calzature e quello della borsa stiano bene fra loro: non è necessario che le due tinte siano proprio identiche.

Martina Cesaretti