F1, Alonso concentrato: “Ce la metterò tutta”

Domenica andrà in scena l’ultimo gara di questo campionato di Formula uno stagione 2010. Col titolo costruttori assegnato alla Red Bull resta la sfida per quello piloti, il trofeo sicuramente più importante e desiderato. Quattro piloti ancora matematicamente in corsa, ma solo due realmente in lotta. Da una parte Mark Webber con una vettura veloce ma una squadra indecisa, mentre dall’altra Fernando Alonso con alle spalle una squadra unita ma una vettura non proprio perfetta. Due opposti, due filosofie diverse ma un unico obbiettivo, vincere. In casa delle squadra austriaca si sta decidendo se utilizzare ordini di scuderia oppure rischiare tutto il lavoro per il valore della sportività, mentre in Ferrari concentrazione e timor sono rivolti esclusivamente al fattore competitività. Sulla carta la tortuosa pista di Abu Dhabi non è perfetta per la F10, ma non per questo si deve smettere di sperare.

Le parole di Alonso danno con forza morale e grinta in vista dell’appuntamento più cruciale dell’anno: “ll nostro approccio a questa gara così importante non è cambiato: sappiamo che, se sapremo essere perfetti, allora avremo la possibilità di raggiungere il traguardo che ci eravamo prefissati all’inizio della stagione.” Un risultato in salita, ma tutt’altro che impossibile: “Con la vittoria o con il secondo posto non dovremo fare nessun tipo di calcolo. Possiamo farcela, anche se sappiamo che i nostri principali avversari sono molto forti. Detto questo, non vuol dire che partiamo battuti, tutt’altro!” Lo spagnolo si conferma uomo di squadra e non vuole in alcun modo che nel box si respiri aria di resa prima del tempo.

La Red Bull sarà certamente la vettura da battere, ma certe volte questo non è bastato per portare a casa la vittoria. Elementi come affidabilità, perfezione e fortuna sono indispensabili per il successo finale. Il crederci fino in fondo quindi è più che lecito. La scuderia italiana ha concrete possibilità di farcela, ed Alonso è pronto a sfruttare ogni occasione buona: “Siamo all’ultima tappa di una stagione che, comunque vada, resterà bellissima. Vediamo di completarla nella maniera migliore: ce la metteremo tutta, di questo statene certi!”. Atto finale sta per iniziare. Che la lotta abbia inizio.

Riccardo Cangini