Pinerolo: botte e insulti ai bambini in asilo, tre maestre indagate

Ancora una volta è un asilo degli orrori a finire all’attenzione della cronaca. Ancora una volta quello che dovrebbe essere per definizione il luogo del gioco e dell’apprendimento dei più piccoli, si trasforma in un inferno.

Pare essere uno scherzo il nome dell’asilo nido di Pinerolo: ‘Il paese delle meraviglie’. Proprio al suo interno i piccoli sarebbero stati maltrattati ed offesi con frasi ingiuriose, addirittura fatti dormire in stanze chiuse al buio  e lasciati in completo isolamento per parecchio tempo.

Le indagini hanno preso il via in seguito a una denuncia presentata lo scorso febbraio da un privato cittadino e si sono avvalse della collaborazione del personale impiegato nell’asilo, di un ex dipendente e di un genitore di uno dei bambini ospiti dell’asilo nido. Ad avvalorare le tesi della magistratura, ci sarebbero inoltre alcuni video il cui contenuto per gli inquirenti avrebbe rilevanza probatoria.

In seguito alle voci circolate in merito ai maltrattamenti all’interno dell’asilo, negli ultimi due mesi ben 12 piccoli erano stati ritirati dalla struttura, posta ora sotto sequestro dai carabinieri di Pinerolo su disposizione della Procura.

Tre maestre risultano essere indagate per i reati di concorso in maltrattamenti in famiglia o verso fanciulli. Secondo quanto si apprende, all’arrivo dei militari, due delle tre donne si trovavano nella sede. Nei prossimi giorni, le maestre, tutte di età compresa tra i 36 e i 28 anni, saranno ascoltate dagli investigatori.

Raffaele Emiliano