Serie A, Chievo-Bari 0-0: poco spettacolo e nessuna rete al Bentegodi

Pareggio a reti bianche al Bentegodi fra Chievo Verona e Bari. Partita chiusa, in cui le due squadre non concedono spazi, con il Chievo che si rende pericoloso, nella maggior parte dei casi, sugli sviluppi di calci d’angolo. Il Bari, partito bene nel primo tempo, va vicino al goal soprattutto con Alvarez, ma nel secondo i pugliesi lasciano l’iniziativa ai veneti, che tuttavia non riescono a sfruttare la supremazia territoriale. Senza Pellissier si evidenziano le difficoltà in fase di conclusione della squadra di Pioli, mentre il Bari si può dire tutto sommato soddisfatto, dato che la squadra di Ventura arriva da 5 sconfitte consecutive ed è decimata dagli infortuni.

Primo Tempo – La prima metà è caratterizzata dal grande pressing del Bari, che fa si che il Chievo si possa rendere pericoloso solo su calcio d’angolo. Il Chievo prova a giocare, ma l’assenza del suo bomber Pellissier non viene adeguatamente compensata da Moscardelli e Granoche.

Per assistere alla prima occasione della partita dobbiamo aspettare il 20’, quando Granoche ha palla sulla destra, salta molto bene un uomo e mette in mezzo un cross per l’accorrente Bogliacino, che però manda alto.

Il Bari sembra avere un moto d’orgoglio e risponde 3 minuti più tardi con Alvarez, che involatosi sulla sinistra, rientra e scarica un destro che Sorrentino può solo deviare in calcio d’angolo.

Al 24’ tegola per il Chievo, che perde Andreolli per infortunio: lo sostituisce Mandelli. Stesso destino per Kutuzov al 30’: il bielorusso lascia il posto a Caputo.

Al 40’ minuto una buona opportunità per il Chievo: sugli sviluppi di un corner, Bogliacino mette in mezzo un pallone che viene colpito di testa da Cesar, ma il tiro termina alto.

Come già accaduto, la risposta del Bari arriva qualche minuto dopo e sempre con Alvarez: l’honduregno viene servito da un bella giocata di Barreto, tira di destro cercando il secondo palo, ma Sorrentino è bravo a deviare di nuovo in corner.

Il Chievo chiude in avanti e al 45’ ha l’ultima occasione prima del riposo: calcio d’angolo del solito Bogliacino, colpo di testa di Moscardelli lasciato solo, ma l’attaccante non riesce a centrare la porta.

Secondo Tempo – Nella seconda metà di gioco la partita, già poco spettacolare, si spegne, con il Chievo che appare un po’ sulle gambe e il Bari che forse risente delle grandi energie spese nel primo tempo.

Il Bari prova a rendersi pericoloso con una combinazione Caputo-Barreto: l’attaccante barese riceve palla al limite dell’area e prova a calciare di prima, ma Sorrentino blocca in due tempi.

Da segnalare un solo altro tentativo del Chievo: al minuto 80, Marcolini riesce a liberare un sinistro dalla distanza che Gillet para bene in tuffo, riuscendo anche a bloccare.

La partita si trascina stancamente verso la fine: a nulla vale il timido assalto finale dei clivensi, che mai riescono a rendersi pericolosi. Dopo 4 minuti di recupero, l’arbitro Gervasoni pone fine all’incontro, per il sollievo di Ventura, che racimola un punto, e anche degli spettatori.

Tabellino:

CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Sardo, Cesar, Andreolli (23′ Mandelli), Mantovani; Fernandes, Rigoni, Costant (70′ Marcolini); Bogliacino; Moscardelli (58′ De Paula), Granoche. A disp.: Squizzi, Jokic, Guana, Thereau. All.: Pioli.

BARI (4-4-2): Gillet; Belmonte, Masiello, Rossi, Parisi; Alvarez, Donati, Gazzi (88′ Crimi), Pulzetti; Kutuzov (75′ Caputo), Barreto. A disp.: Padelli, Rinaldi, Galasso, Strambelli, D’Alessandro. All.: Ventura.

Arbitro: Gervasoni di Mantova

Ammoniti: Costant, Cesar e Granoche (C), Parisi (B)

Alberto Ducci