Serie A, Lecce-Inter 1-1: ancora un pareggio per i nerazzurri


Terzo pari nelle ultime quattro partite di campionato: l’Inter campione d’Europa non sa più vincere. Diversi però gli alibi stavolta per Benitez e calciatori: dall’assenza di ben sei titolari (Julio Cesar, Maicon, Samuel, Cambiasso, Sneijder e Milito inizialmente in panca) alla mancanza di fortuna in quel del Via Del Mare. Dopo un primo tempo equilibrato in cui il Lecce si destreggia bene giocando un buon calcio, mostrando tanto sacrificio e ottima corsa, nella ripresa i salentini calano e l’Inter tenta più volte di affondare il colpo: i nerazzurri colpiscono un palo con Milito e si divorano un paio di grosse occasioni, poi arriva il vantaggio del Principe al 76′ che dedica la rete al compagno Walter Samuel, vittima di un grave infortunio. Ma, tre minuti dopo, pronta risposta del Lecce con Olivera sugli sviluppi di corner che permette agli uomini di De Canio di mantenere l’imbattibilità casalinga.

PRIMO TEMPO – Benitez decide di tornare al 4-2-3-1, per quello preferisce tenere in panchina Milito e schiera Eto’o centravanti, mentre Pandev e Biabiany agiscono sulle fasce. In mediana, affianco a capitan Zanetti un altro giovanissimo: Obi. Il Lecce gioca a viso aperto, senza alcun timore reverenziale a cospetto dei campioni d’Europa, ciò permette però ai nerazzurri di colpire in contropiede, e proprio su un’azione di rimessa all’ 11′ Pandev, tutto solo in mezzo all’area, calcia a botta sicura, ma Rosati ha un buon riflesso e respinge la conclusione del macedone ben assistito nell’occasione da Biabiany; ottimo intervento comunque del portiere giallorosso. L’Inter non riesce più ad accelerare e al 30′ è il Lecce ad andare vicino al vantaggio: Olivera dal limite alza per Jeda che salta quasi indisturbato in mezzo all’area e manda alto. Al 37′ altra occasione Lecce: Mesbah ruba palla a Biabiany sulla sinistra e mette in mezzo per l’accorrente Rispoli che spara altissimo da ottima posizione.

SECONDO TEMPO – Benitez mette dentro sin dal 1′ Milito al posto di Pandev: il Principe va a fare la prima punta. Al 10′ Inter vicina al gol: punizione di Coutinho che serve rasoterra Eto’o, il camerunense va di prima intenzione ma Rosati si tuffa e manda in angolo; sul corner successivo ancora Eto’o manda alto da due passi. Intanto entra Stankovic al posto di Biabiany. Al 19′ una punizione di Eto’o deviata da un paio di giocatori termina fuori di pochissimo. Al 23′ Milito si gira bene in area e cerca con il destro il palo lungo, lo cerca e lo trova! Sfortunata l’Inter in questo frangente. Un minuto dopo, altro grande intervento di Rosati su Stankovic da due passi.
Al 31′ arriva finalmente il gol tanto cercato dagli uomini di Benitez: Eto’o lavora un buon pallone sulla sinistra nascondendolo ai difensori leccesi e serve Milito che mette dentro con il destro da distanza ravvicinata.
Ma, tre minuti dopo, doccia fredda per l’Inter: corner battuto dalla destra da Di Michele, svetta su tutti Olivera che schiaccia e mette alle spalle di Castellazzi.
Benitez vuole i tre punti e inserisce Mancini al posto di Obi. E’ però il Lecce a farsi vedere in attacco: al 42′ Di Michele si accentra da sinistra e tenta una conclusione insidiosa: Castellazzi è attento e blocca a terra. Un minuto dopo, altra occasione per l’Inter: cross di Chivu per la testa di Stankovic, palla fuori di un niente. Ci prova, poi, ancora Milito allo scadere, ma la sua conclusione non centra lo specchio. L’Inter raccoglie così solo un punto al Via del Mare e, in attesa del derby, si ritrova a -3 dai cugini rossoneri.

IL TABELLINO

LECCE-INTER 1-1

Primo tempo 0-0

MARCATORI Milito (I) al 31′, Olivera (L) al 34′ s.t.

LECCE (4-1-4-1) Rosati; Rispoli, Gustavo, Giuliatto, Brivio (dal 37′ s.t. Coppola); Giacomazzi; Di Michele, Vives, Olivera (dal 41′ s.t. Piatti), Mesbah; Jeda (dal 20′ s.t. Ofere). (Benassi, Sini, Grossmuller, Donati). All. De Canio.

INTER (4-2-3-1) Castellazzi; Santon, Lucio, Cordoba, Chivu; J.Zanetti, Obi (dal 39′ s.t. Mancini); Biabiany (dall’11’ s.t. Stankovic), Pandev (dal 1′ s.t. Milito), Coutinho; Eto’o. (Orlandoni, Materazzi, Natalino, Nwankwo). All. Benitez.

ARBITRO Valeri di Roma.

AMMONITI: Brivio (L), Rispoli (L), e Gustavo (L) per gioco scorretto; Milito (I) per gioco scorretto.

Miro Santoro