E-money Band: il braccialetto da usare come carta di credito

Ecco in arrivo dal Giappone una nuova diavoleria che farà impazzire di gioia i più all’avanguardia e dubitare i tradizionalisti. La modernissima Tokio ha infatti partorito un nuovo modo di fare shopping; è stato battezzato “E-money Band” il braccialetto che si indossa come un orologio ma ha le stesse funzioni di una carta di credito e una serie di vantaggi rispetto a tutti gli altri metodi di pagamento. Uno degli aspetti positivi è quello di uscire a mani vuote, di pagare senza estrarre l’ingombrante portafogli e sbrigare il tutto con un semplice gesto. Ma come funziona esattamente?

Basta indossare il braccialetto come si fa con i soliti gingilli mentre ci si prepara per uscire e, al momento di pagare, avvicinare il tecnologico accessorio al lettore digitale che scalerà l’importo da un conto ricaricabile. Fare shopping diventa molto più rapido e probabilmente si potrebbero evitare le estenuanti file alla cassa dovute alla carta di credito che non si trova in mezzo alle altre inutili card o peggio, alle banconote di cui non si ha il resto. Ma esiste anche il rovescio della medaglia perché pagare con un braccialetto significherebbe, nella maggior parte dei casi, fare ancor meno attenzione a quanto si spende. Lasciarsi trasportare dall’euforia di fare acquisti con un semplice giro di polso potrebbe rivelarsi davvero dannoso, tuttavia il conto da cui sottrarre denaro è un conto ricaricabile quindi limitato, basta solo usare un po’ di giudizio.

È ancora presto per sapere quale sarà la sorte di questa nuova trovata Giapponese, per ora si possono solo fare pronostici che aspettano di essere smentiti o confermati, uno dei quali però vede l’Italia tirarsi fuori da questo genere di novità. Rispetto agli altri Paesi, il nostro è sempre stato un po’ restio anche nei confronti della carta di credito che ha faticato a diffondersi tra gli italiani, attaccati al rumore dei soldi tra le mani. Staremo a vedere se e come verrà accolto l’E-money Band.

Valentina Bauccio