Minacce alla Brambilla: per lei un pacco con zampa di capra mozzata

Un pacco contenente una zampa di capra mozzata, indirizzato al ministro Michela Vittoria Brambilla, è stato rinvenuto questa mattina nel centro smistamento dell’aereporto di Fiumicino. A fare l’inquietante scoperta sono stati gli artificieri, intervenuti sul posto nel timore che il pacco contenesse materiale esplosivo.

Secondo la polizia, che indaga sull’accaduto, il pacco potrebbe rappresentare un macabro monito nei confronti del ministro del Turismo che negli ultimi tempi ha preso  posizione in maniera assai dura contro la caccia e contro lo sfruttamento degli animali. La Brambilla ha infatti dichiarato guerra in materia di regolamentazione dell’attività e del calendario venatorio, ma è anche intervenuta sul Palio di Siena e sulle botticelle di Roma che, secondo il  Ministro, sfruttano i cavalli e pertanto “vanno abolite”.

”Certi atti qualificano coloro che li compiono – ha commentato Brambilla – Spiace constatare a quale livello sia giunto un dibattito tra libere opinioni che dovrebbe restare nell’alveo della dialettica civile e politica. Quanto accaduto oggi, oltre alle minacce, agli insulti e agli atti intimidatori subiti in precedenza, non fa che certificare in maniera inequivocabile la necessità di proseguire con la battaglia di civiltà di cui mi sono fatta interprete, a nome di tantissimi italiani e unitamente ad importanti personalità del mondo della scienza, della cultura, dell’arte e dell’intera società, per la nascita di una nuova coscienza di amore e di rispetto per gli animali e i loro diritti”.

”Aggiungo – ha concluso il Ministro – che non saranno certo questo genere di intimidazioni a farmi in qualche modo modificare una linea di intervento che risponde non solo alla mia coscienza ma rappresenta anche il punto di vista della stragrande maggioranza degli italiani”.

Tra i primi ad esprimere solidarietà alla Brambilla, è stato il ministro degli Esteri Franco Frattini, che ha dichiarato: ”Desidero esprimere profonda solidarietà al ministro Michela Brambilla nel momento in cui il suo impegno in favore dei diritti degli animali – un impegno da me convintamente sostenuto – viene colpito da un messaggio di violenza. Non verrà certo meno l’azione del governo – ha aggiunto il responsabile della Farnesina – non ci faremo certo intimidire da questi atti che offendono gli italiani e che al contrario spronano ancor più la nostra azione di rispetto e protezione per i diritti degli animali”.

Solidarietà al ministro del Turismo è giunta anche dalla Lav, che per bocca del suo presidente Gianluca Felicetti, ha commentato così il grave episodio: “La zampa mozzata di una capra, indirizzata al ministro Vittoria Brambilla e rinvenuta stamattina in un pacco, presso il centro di smistamento delle Poste dello scalo di Fiumicino, rappresenta un avvertimento zoomafioso contro una politica che ha avuto il coraggio di denunciare la barbarie dell’uccisione degli animali per divertimento e di rappresentare quella parte schiacciante dell’elettorato di centrodestra che e’ contro la caccia”.

Raffaele Emiliano