Serie A, Parma-Sampdoria 1-0: dalla nebbia spunta Bojinov

Una partita incolore e mesta, come la nebbia che ha attanagliato il campo di gioco per la quasi totalità del match, decisa da Bojinov a pochi minuti dal termine. Grazie a questa vittoria, il Parma lascia l’ultima posizione in classifica, mentre la Samp perde l’occasione di portarsi in scia alle prime 6 del campionato.

Primo tempo – Di Carlo dà spazio al turnover, cosa che non fa il tecnico parmense Marino: la Samp si presenta con Accardi, Mannini e Marilungo al posto di Ziegler, Guberti e Pozzi. La partita inizia con le difficoltà del caso imposte dalla nebbia: poche le emozioni. Al 6° Marilungo colpisce la traversa, ma l’azione era stata fermata per un fuorigioco. Al 24° Koman da dentro l’area sfrutta una sponda di Marilungo e calcia di sinistro: palla alta sulla traversa. Una decina di minuti dopo Paletta, sugli sviluppi di un angolo, colpisce di testa, ma non centra la porta di Curci. Al 42° Candreva si avventa in tuffo su un cross di Zaccardo: Curci si distende e salva il risultato.

Secondo tempo – La ripresa è un po’ più attiva: al 48° Samp vicina al vantaggio: Pazzini, su calcio di punizione, colpisce la traversa. Sulla ribattuta Marilungo arriva prima di tutti, ma Mirante è attento. Un minuto e il Parma risponde: Antonelli arriva leggermente in ritardo sulla spizzata di Morrone. Al 52° Pazzini ci prova di destro, ma chiude troppo l’angolo e la palla va fuori. Minuto 61: Marques crossa per Bojinov che calcia a botta sicura: sulla traiettoria però c’è Crespo che ribatte, involontariamente, il tiro. Pochi istanti dopo, Candreva ci prova con un tiro a giro: palla fuori. Al 68° Pazzini ci prova di sinistro, ma non inquadra lo specchio. Al 73° chance per Marilungo, ma anche in questa occasione con poca precisione. Il Parma spinge e tra il 76° e l’80° ha due occasioni: la prima con una violenta conclusione di Dzemaili, ribattuta da Curci (con Crespo che non riesce a trovare il tap-in) e la seconda con Candreva che dalla distanza trova la potenza ma non lo specchio della porta. Il gol al minuto 85: Zaccardo serve Bojinov che lascia partire un destro incrociato: palla in rete e Parma in vantaggio. Volta nel recupero prova a raggiungere il pari, ma senza fortuna. Finisce così, con i ducali vincitori di un match non bellissimo ma intenso.

Il tabellino:

Parma (4-3-3): Mirante; Zaccardo, Paletta, A. Lucarelli, Antonelli; Valiani (57° Crespo), Dzemaili, Morrone (72° Gobbi); Candreva, Bojinov (86° Angelo), Marques.

A disp.: Pavarini, Paci, Dellafiore, Pisano.

All.: Marino.

Sampdoria (4-4-2): Curci, Zauri (44° Volta), Lucchini, Gastaldello, Accardi; Koman (72° Guberti), Poli (81° Dessena), Palombo, Mannini; Marilungo, Pazzini.

A disp.: Da Costa, Ziegler, Tissone, Pozzi.

All.: Di Carlo.

Marcatori: 85° Bojinov.

Ammoniti: Lucarelli (Pa), Mannini, Lucchini, Volta, Poli (Sa).

Espulsi: nessuno.

Arbitro: Peruzzo di Schio.

Guardalinee: Ghiandai-Giordano.

Edoardo Cozza