Calciomercato Milan: scambio in vista con la Juventus Amauri-Bonera?

Che i rapporti tra Milan e Juventus, due squadre tra le più forti in Italia e in ambito internazionale siano eccellenti, è cosa nota. Tra le due squadre ci sono state molte trattative di mercato che hanno portato spesso calciatori da Milano a Torino. Uno degli esempi più recenti è  il passaggio in prestito a titolo gratuito dell’attuale portiere dei rossoneri, Christian Abbiati, dal Milan alla Juventus nell’agosto 2005 in seguito all’infortunio di Buffon nel trofeo Berlusconi. Secondo le ultime indiscrezioni di calciomercato le  strade dei due club starebbero di nuovo per incrociarsi. I giocatori in questione sono l’attaccante bianconero Amauri e il difensore rossonero Daniele Bonera.

Sarà possibile lo scambio di prestiti a Gennaio?- Il Milan dopo aver perso il re dei bomber nelle coppe Europee, Filippo Inzaghi, che ha riportato un grave infortunio ai legamenti del ginocchio che lo costringerà a restare lontano dai campi per il resto della stagione, starebbe pensando seriamente di rimpiazzarre Superpippo con l’attaccante della Juventus, Amauri. L’ex punta del Palermo è reduce da un periodo non esaltante anche a causa dei vari infortuni che  hanno condizionato le sue ultime stagioni e hanno influito sul suo rendimento. Inoltre, avrebbe la possibilità al Milan di giocare in Champions league visto che ha giocato in Europa league, particolare non da poco per il buon esito della trattativa. La cessione di Amauri starebbe a significare un ritorno sul mercato attaccanti da parte della Juventus. Marotta segue con attenzione  Maxi Lopez del Catania, giocatore molto apprezzato dall’ambiente bianconero. L’alternativa al biondo attaccante argentino è Benzema, ormai scaricato da Mourinho al Real e pronto a fare le valige. Con Amauri al Milan, a disposizione di Delneri dovrebbe arrivare Bonera, jolly difensivo che il tecnico di Aquileia apprezerebbe moltissimo. Il difensore rossonero sa giocare sia da centrale che da terzino destro, ruolo quest’ultimo che alla Juve viene considerato una sorta di nervo scoperto.

Gerardo Di Nobile