NewNotizie a Moacasa: Roma capitale del desig e arredamento

Puntuale come sempre, il 23 ottobre 2010 Moa Casa si è presentata al suo pubblico e stavolta NewNotizie era in prima fila per documentare uno dei più importanti eventi di arredo e design del centro-sud Italia. La mostra è organizzata dalla cooperativa Moa che, grazie alla sua pluriennale esperienza nel settore, allestisce ogni sei mesi un’esposizione di mobili davvero sorprendente presso la Nuova Fiera di Roma. Circa 250 gli espositori presenti che si articolano in quattro grandi padiglioni dedicati a soggiorni, cucine, camere da letto, complementi d’arredo, tendaggi ma anche grafica e quadri per soddisfare tutti i gusti dei 150 mila visitatori previsti. L’evento si propone di indicare ai suoi ospiti le nuove tendenze e le anticipazioni dell’architettura di interni con soluzioni sempre diverse e sorprendenti che spesso lasciano i suoi visitatori a bocca aperta. Gli articoli sono di elevata qualità ma i prezzi rimangono competitivi così da avere un equo rapporto qualità-prezzo che non scoraggi troppo chi varca la soglia di ingresso dell’esposizione. È proprio grazie alla competitività dei prodotti che gli addetti del settore si riversano in massa a Moa Casa per seguire da vicino tutte le novità che poi riproporranno nei loro negozi. Ma l’evento non è rivolto solo ai professionisti dell’arredo e del design, chiunque ami la moda, il buongusto, l’eleganza e la tecnologia è invitato a curiosare tra i diversi padiglioni espositivi in cui certamente troverà ispirazione per la sua nuova casa o per un eventuale ristrutturazione.

Sempre attenta alle nuove forme d’arte e alle nuove espressioni, quest’anno Moa Casa ha dedicato un intero spazio espositivo a “la casa emozionale”, una mostra curata da Emiliano Brinci, Michele Fanfulli e Francesca Soluzioni liberamente ispirata e dedicata al design come forma di auto-espressione per dialogare con le emozioni.
Di cosa si tratta nel concreto? Lo vediamo avvicinandoci alla zona scelta dove notiamo che i mobili più che come in una mostra di arredo sono adibiti come opere di una galleria d’arte. Il concetto sembra essere quello secondo il quale un oggetto comune non deve essere scelto per le sue funzioni all’interno delle mura domestiche bensì per la sua carica emozionale e per i sentimenti che riesce a suscitare nell’osservatore, secondo lo stesso meccanismo che porta a inorridirsi o sciogliersi di fronte al miglior Caravaggio.
A questo proposito ci viene mostrato un affascinante pezzo d’arredamento, una coppia di armadi con tappezzeria fantasia, colori tenui, comuni se vogliamo, ma abilmente amalgamati tra loro in un puzzle cromatico che non stonerebbe in una sala del Vittoriano a Roma. Se ci siamo limitate a osservare l’oggetto superficialmente? No, la carica emozionale è tangibile e osservare il tutto appassionatamente per minuti interi è d’obbligo.
Originalità, passione, voglia di fare, sono questi gli ingredienti principali della mostra d’arredo e design Moa Casa di questo Autunno 2010 e ora non ci resta che aspettare con il fiato sospeso le sorprese che ci riserverà nella prossima stagione sperando che siano sempre più stupefacenti delle precedenti.

Valentina Bauccio e Arianna Ligas