Rugby, test match: Italia sconfitta dall’Argentina

E’ tutt’altro che positivo il primo test match autunnale dell’Italrugby: una prestazione negativa nel gioco e nel risultato. Al “Bentegodi” di Verona, gli azzurri sono stati sconfitti 16-22 dalla più quotata Argentina, dimostratasi molto più competitiva e decisa nei momenti chiave della partita. Per la Nazionale del Ct Mallett c’è ancora tanto da lavorare in vista dei prossimi due impegni contro Australia e Isole Fiji.

Primo tempo – I primi 40 minuti sono di sostanziale equilibrio: assente Mauro Bergamasco, fa il suo esordio in maglia Azzurra il 19enne Benvenuti. Capitan Parisse cerca di spingere i suoi all’impresa, ma il numero 8 azzurro risulta spesso falloso ed impreciso, probabilmente per l’eccessivo carico agonistico. La prima frazione si chiude sul 6-6, frutto dei piazzati di Bergamasco (per gli azzurri) e Contepomi (per gli argentini).

Secondo tempo – L’Italia, nella ripresa, inizia ad avere problemi di tenuta fisica e, al primo errore, i “Pumas” puniscono: recuperata palla i sudamericani organizzano una veloce ripartenza conclusa in meta da Rodriguez. Contepomi trasforma e il punteggio diventa 13-6. I ragazzi di Mallett iniziano a cercare una reazione ma in maniera confusionaria e troppo frettolosa: in due occasioni rinunciano al calcio piazzato preferendo la touche, senza risultati. Alla terza occasione, Mirko Bergamasco calcia nei pali e accorcia le distanze. Da qui, la difesa azzurra si slega e per due volte Contepomi può segnare al piede, siglando il 19-9. Segue una meta tecnica, trasformata dal più giovane dei Bergamasco che porta gli azzurri a -3 ma allo scadere, una punizione di Contepomi chiude il discorso. Italia-Argentina finisce 16-22.

Mallett aveva promesso due vittorie su tre, in questi incontri di preparazione. La prima chance è stata sprecata malamente. Ora restano le ultime due possibilità: ma battere l’Australia, tra sette giorni, a Firenze è impresa impossibile. Bisogna ancora crescere. E tanto.

Edoardo Cozza