Boxe, Pacquiao conquista il titolo Wbc dei superwelter

Il pugile filippino Manny Pacquiao è sempre più nell’Olimpo del pugilato: battendo questa notte il messicano Antonio Margarito, il boxeur asiatico ha conquistato la corona Wbc dei superwelter, arrivando così a quota 8 titoli in 8 categorie di peso diverse.

La sfida – Un  match a senso unico, condotto con grandissima maestria da Pacquiao che ha dominato sin dal primo round, impartendo all’avversario una vera e propria lezione. Forte della sua tecnica, e di un mancino veloce e preciso, il filippino non ha mai dato respiro a Margarito, apparso in costante difficoltà per tutti e 12 round. Addirittura, notata l’imbarazzante superiorità, Pacquiao ha chiesto all’arbitro di sospendere il match per Kot. Era in corso l’11° round, ma il giudice di gara non ha acconsentito alla richiesta. La vittoria è arrivata, quindi, ai punti: verdetto unanime e nettissimo quello dei 3 giudici (120-109 118-110 119-109), che consegnano al boxeur filippino la corona del campione.

Commenti post-incontro Pacquiao, dopo il match, commenta così la vittoria: “Nel corso del 10° round volevo chiudere il discorso, ma Margarito si è difeso bene. Nel successivo, però, ho chiesto all’arbitro di sospendere: il mio avversario non aveva una buona cera e non volevo causargli danni permanenti: non è la boxe che mi piace. E’ stata comunque una lotta dura: lui è più grosso di me, non credevo di poter battere uno con queste qualità fisiche”. Margarito, dal canto suo, afferma con orgoglio: “Non ho ceduto prima del tempo perchè sono messicano e lotto fino alla fine”.

Pacquiao, che conta un  record di 52 vittorie (38 prima del tempo) e 3 sconfitte, adesso è di diritto nel libro della storia della boxe.