Il re del porno Siffredi a Berlusconi: “Sei perverso, posso aiutarti”

sivio berlusconi

Mica solo Famiglia Cristina. Magari! Ora si ci mette anche Rocco Siffredi a bacchettare il capo del governo Silvio Berlusconi per le sue avventure sessuali o psuedo-tali. Già: chi l’avrebbe detto? Un ex porno divo che analizza gli appetiti del premier e ne delinea un quadro poco piacevole.

Siffredi è convinto che Berlusconi faccia più sesso di lui. A chi gli chiede di buttarsi in politica e puntare al governo risponde: “Il vero presidente, quello che tromba di più, ce l’avete già. Io tromberò la metà della metà della metà di quello che tromba lui. Ragazzi, lui mi ha superato!”.

L’analisi dell’ex porno attore si fa poi più sottile e amara: “Quando riesci a fare questo, mescolare sesso e potere, vuol dire che il tuo senso di sesso, quello normale, quello che facciamo tutti, è stato oltrepassato da molto molto tempo”. Secondo Siffredi il capo del governo vive in una dimensione tutta sua, scissa dalla realtà, in cui sembrano non esserci limiti: “Io queste cose le vivevo nei film, invece lui riesce a farsi queste feste pazzesche, con un mix di tutto, dal buono al cattivissimo. Questo mix è quello che fa la perversione: la massima espressione del potere è far fare a chi vuoi tu quello che vuoi tu”.

Rocco Siffredi si rivolge al presidente del consiglio come un amico o, se preferite, uno psicologo del sesso: “Il presidente ed io abbiamo qualcosa che ci accomuna: la dipendenza. Ve lo dice qualcuno che è stato veramente male per qualche anno per questa dipendenza. Io posso dare veramente a Berlusconi qualche consiglio – dice il porno-attore – , ho sofferto tantissimo quindi credo di poterlo aiutare”.

Ma è Rocco Siffredi, Veronica Lario o un editoriale di un giornale cattolico?