Iniziative particolari nei negozi di intimo fino al 30 Novembre

Ci sono buone notizie per tre categorie di esponenti di gentil sesso: le donne amanti dei reggiseno, le signorine più sensibili alle problematiche di tipo ecologico e le tredicenni.

Fino al trenta novembre, quindi per altre due settimane circa, due grandi firme dei capi d’abbigliamento intimo promuoveranno due diversi tipi di vantaggiose iniziative. Da Intimissimi sarà possibile ottenere uno sconto di tre euro su un reggiseno che si ha intenzione di acquistare semplicemente lasciando un proprio vecchio reggiseno in negozio. Che fine faranno i vecchi reggiseno? Intimissimi si professa favorevole alla cultura del recupero: i reggiseno che verranno raccolti verranno riciclati ed usati per la produzione di pannelli fonoassorbenti ed isolanti. Sarà la O.V.A.T. a dare una mano ad Intimissimi al fine di aiutare la grande firma dell’ambito dell’intimo a realizzare il proprio nobile proposito.

Mentre Intimissimi ha deciso di impegnarsi nell’ambito dell’ecologia, Tezenis ha deciso di occuparsi di tutte le piccole donne che sono appena diventate adolescenti o che si apprestano ad entrare nella fase di vita che si trova a metà fra l’infanzia e la giovinezza. L’offerta di Tezenis è dedicata alle signorine nate nel millenovecentonovantasette, ovvero a tutte coloro che entro la fine di quest’anno compiranno tredici anni. Mostrando alla cassa un proprio documento di identità sarà possibile avere accesso ad una particolare offerta: acquistando un reggiseno sarà possibile sceglierne un secondo e portarlo a casa gratuitamente. Il secondo reggiseno dovrà, però, costare quanto il primo.

Le neo-teenagers potrebbero usufruire di tale offerta per regalare ad una propria amica un po’ più grande o un po’ più piccina un reggiseno uguale al proprio. Entrambe le iniziative, limiti di età a parte, sono, però, utilissime al fine di fare dei regali di Natale spendendo un po’ meno di quanto si spenderebbe di solito. I reggiseno piacciono praticamente a tutte le donne: sono poche, infatti, coloro che non hanno il pallino dell’intimo.

Martina Cesaretti