Serie A, Bari-Parma 0-1: Candreva regala 3 punti a Marino

E’ piena crisi per il Bari di Ventura, che chiamato a dimostrare di poter lottare per la salvezza, subisce una sconfitta casalinga che può far calare il morale sotto i piedi. Con molti infortunati, che potrebbero essere una parziale scusante, i pugliesi non hanno mostrato quella grinta e determinazione che dovrebbe avere una squadra che naviga in cattive acque. Il Parma di Marino raccoglie 3 punti fondamentali, che danno ossigeno e che permettono di uscire dalla zona retrocessione. Il Bari avrebbe potuto sfruttare le cadute di Cesena, Cagliari, Lecce e Brescia, invece si ritrova sempre ultima, con un’occasione in meno.

1° Tempo: il Parma comincia subito bene e già si intuisce come per il Bari non sarà una passeggiata. Il vantaggio emiliano è di Candreva, il cui bel gol risulterà decisivo.

Nonostante la supremazia territoriale, il Parma riesce a creare un occasione solo dopo 15 minuti: Marques pennella un cross per la testa di Crespo, ma l’argentino spedisce alto.

Al 24’ il Bari ha un sussulto: Pulzetti porta palla centralmente, per poi lasciar partire un destro angolato ma senza la giusta potenza e Mirante para in tuffo.

Ai minuti 28 e 30 i pugliesi provano a trovare il vantaggio: prima con Donati, il cui tiro dalla distanza è parato da Mirante, poi con Caputo, ma anche in questa occasione il portiere gialloblu para agevolmente.

Nel miglior momento del Bari, arriva il gol del Parma: un Marques ispirato mette in mezzo un cross dalla sinistra che Candreva, con un bel tiro al volo di destro spedisce all’incrocio dei pali.

Dopo circa 10 minuti, Caputo va vicino al pareggio con un bel tiro a rientrare sul secondo palo, che però esce di poco.

Al 46’ la gara può cambiare: il direttore di gara concede un rigore al Bari per fallo di Dzemaili su Barreto. Con l’attaccante che deve ricevere le cure mediche, si incarica della battuta Parisi, che però spedisce il pallone a lato. Si conclude così il primo tempo

2°Tempo – La seconda metà di gioco è caratterizzata da un certo nervosismo dei baresi, che termineranno la gara in 9. Nonostante ciò, il Bari fallisce un paio di occasioni da gol che avrebbero riequilibrato la gara.

Al 7’minuto, Barreto si infila in area di rigore e lascia partire un sinistro che colpisce il palo: non è proprio giornata.

24’: il Parma ha l’occasione per chiudere la partita, ma Crespo fallisce un colpo di testa da distanza ravvicinata, mandando fuori il pallone.

Al 30’ minuto c’è la prima espulsione della giornata: Masiello entra duro da dietro su Marques, per Brighi è cartellino rosso. Nonostante l’uomo in meno, il Bari ha un’opportunità: calcio d’angolo, torre di Donati e palla che finisce a Raggi, che da un metro spedisce alto.

Al 39’ il Bari finisce in 9, con Donati che viene espulso per proteste.

Il Parma sfiora di nuovo il raddoppio con Valiani, che al 43’ scaglia un gran tiro da fuori area che si stampa sul palo a Gillet battuto.

Nei minuti finali il Bari tenta qualche assalto disperato, ma il Parma riesce a controllare la partita, rischiando pochissimo.

Tabellino:

BARI (4-4-2): Gillet; Belmonte, Masiello A., Rossi, Parisi (71′ Raggi); Alvarez, Donati, Gazzi, Pulzetti (59′ Almiron); Barreto (59′ D’Alessandro), Caputo. A disp. Padelli, Crimi, Galasso, Strambelli. All. Ventura

PARMA (4-3-3): Mirante; Zaccardo, Paletta, Paci, Gobbi; Morrone, Dzemaili, Candreva; Valiani, Crespo (71′ Bojinov), Marques (78′ Angelo). A disp. Pavarini, Dellafiore, Feltscher, Lucarelli, Pisano. All. Marino.

Ammoniti: Almiron (B), Paletta, Morrone, Mirante (P).

Espulsi: Masiello A. (B), Donati (B)

Marcatori: Candreva 32’

Alberto Ducci