Serie A, Lazio-Napoli 2-0: Zarate e Floccari fanno volare i biancocelesti

L’aquila torna a volare. Dopo due sconfitte consecutive, la Lazio ritrova il successo nell’anticipo dell’ora di pranzo, battendo il Napoli per 2-0 con le reti di Zarate nel primo tempo e Floccari nella ripresa.

Una vittoria meritata, frutto di novanta minuti giocati ad alta intensità contro un Napoli che, per la prima volta in questa stagione, non trova punti lontano dal San Paolo. Decisivi, ai fini del successo, la solita grande tenuta difensiva (bella in particolar modo la prova di Biava), la qualità di Hernanes a centrocampo e l’incisività di Zarate, alla miglior prova della stagione.

PRIMO TEMPO – Reja schiera la formazione prevista alla vigilia, ma mischia le carte in attacco: Zarate è la prima punta, con Hernanes, Floccari e Mauri alle spalle. Mazzarri recupera in extremis Campagnaro, e preferisce Vitale a Zuniga sulla corsia di sinistra.

La Lazio prova a fare la partita, ma la prima occasione è per il Napoli: Lavezzi, servito direttamente da un rinvio di De Sanctis, ci prova dal limite ma calcia debolmente. I biancocelesti reagiscono con Zarate, che lanciato verso De Sanctis controlla male e perde l’occasione.

Al quarto d’ora, però, l’argentino si fa perdonare e porta in vantaggio i suoi: splendido lancio lungo di Mauri, Zarate brucia Cannavaro, controlla il pallone (col braccio?) e supera De Sanctis in uscita disperata.

Il Napoli prova a reagire. Al 27′, servito in area da Maggio, Cavani calcia alto da posizione defilata. Due minuti dopo, su grave incertezza della difesa laziale, Lavezzi lascia partire un gran destro dal limite che va a sbattere sulla traversa.

Tre minuti dopo la Lazio reclama il rigore per un intervento di Grava su Floccari: Bergonzi vede bene, il difensore partenopeo prende il pallone. Al 33′, su bella palla filtrante di Foccari, Zarate ha una buona occasione davanti a De Sanctis, ma conclude debolmente.

Nel finale, Brocchi è costretto a lasciare il campo per infortunio: al suo posto entra Matuzalem. Un bel primo tempo si chiude con la Lazio in vantaggio per 1-0.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con un bello spunto di Lichtsteiner che calcia dal limite spedendo a lato. Ancora Lazio con Ledesma, che al 49′ manda a lato in diagonale.

Il Napoli non riesce a pungere, la squadra di Reja controlla senza affanni. Al 55′ bella giocata di Floccari, che si accentra da sinistra ma non trova la porta. Al 61′ arriva il gol del raddoppio: imbucata di Hernanes per Zarate, l’argentino tocca per Floccari che al volo, di destro, spiazza De Sanctis.

L’undici di Mazzarri prova a reagire, ma non va oltre una bella punizione di Cavani a lato di poco. E’ ancora la Lazio, infatti, a rendersi pericolosa. Bel diagonale di Zarate al 67′, deviazione in corner di De Sanctis. Ancora l’argentino ci prova dieci minuti dopo: gran botta dal limite, deviazione di testa di Paolo Cannavaro e palla sulla traversa.

Nel finale buona occasione per Cavani, che non sfrutta un’incertezza di Muslera e spara alto da buona posizione. L’ultima palla-gol, al secondo minuto di recupero, capita sui piedi di Sosa, ma Garrido è bravo a chiudere.

TABELLINO

LAZIO – NAPOLI 2 – 0

Lazio (4-2-3-1): Muslera; Lichtsteiner, Biava, Dias, Radu; Brocchi (39′ pt Matuzalem), Ledesma; Hernanes, Floccari (41′ st Garrido), Mauri (29′ st Bresciano); Zarate.
A disposizione: Berni, Diakitè, Foggia, Rocchi. All. Reja

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis; Grava (18′ st Sosa), Cannavaro, Campagnaro; Maggio (10′ st Zuniga), Pazienza, Yebda, Vitale; Hamsik (33′ st Dumitru), Lavezzi; Cavani.
A disposizione: Iezzo, Cribari, Santacroce, Blasi. All. Mazzarri

ARBITRO: Bergonzi di Genova

MARCATORI: 15′ pt Zarate, 16′ st Floccari

AMMONITI: Dias (L), Grava (N), Campagnaro (N), Sosa (N)

ESPULSI: Nessuno

Pier Francesco Caracciolo