Uomini e Donne, Daniela Ranaldi si confessa: “La Madonna mi ha chiamata”

In esclusiva televisiva Daniela Ranaldi, la celebre opinionista di Uomini e Donne, travolta durante l’estate appena trascorsa da pesanti accuse in merito a detenzione e spaccio di cocaina, si racconta a Domenica Cinque.

Si parte da lontano, dalla separazione dei suoi genitori all’età di sei anni fino alla prematura scomparsa della madre, morta a causa di una forma di anoressia. Nel 1997 anche il padre della romana “Danielona” viene a mancare senza che la donna riesca a dirgli addio.
Il destino, però, ha in serbo un cambio di rotta, quantomeno originale, per la bionda romana. Mentre assiste come spettatrice ad una puntata del format che le avrebbe conferito, in seguito, la notorietà ha deciso di cogliere al volo l’occasione di partecipare come “pubblico parlante” nell’ambito di un’intervista a Monica Lewinskij al fine di difendere la celebre stagista contro un nugolo di “bigotte” che scagliavano delle invettive morali all’indirizzo dell’ex amante di Bill Clinton.

Così è iniziato il suo percorso televisivo finché arriva nell’ultimo anno, sempre secondo il racconto della Ranaldi, il fattore di stress ovvero la morte del secondo marito della madre, Bruno, percepito dalla signora come un padre. Non riuscendo ad ammortizzare la perdita, nell’ambito di una festa, la donna ammette di aver provato per la prima volta della cocaina offertale.
Seguono, poi, due mesi entro i quali il consumo dello stupefacente diventa più o meno abituale anche se la Ranaldi nega di aver subito una forma di dipendenza continuativa e le relative accuse legato allo spaccio.

Circa il suo futuro presso la corte di Maria De Filippi la ruspante opinionista resta vaga ma sottolinea la gentilezza che la celebre conduttrice ha sempre mostrato nei suoi riguardi.

Chiude l’intervista/confessione una rivelazione inaspettata ovvero il desiderio di “Danielona” di recarsi a Medjugorje in seguito ad un biglietto consegnatole da una giovane sconosciuta in un bar. La missiva viene letta in trasmissione: racconterebbe di Dio che l’ha perdonata in quanto sua figlia e la invita al pellegrinaggio mariano.
Il particolare più strano, secondo il racconto, risiede nella firma…una semplice M.
Per Daniela codificabile come una vera e propria chiamata.

V.P.