F1, Alonso: “Nonostante tutto è stato un anno da dieci”

Non è bastata certamente una notte per dimenticare quello che è avvenuta ieri in gara. La delusione di aver perso in titolo proprio all’ultimo è grande, e per un po’ di tempo sarà difficile tornare a sorridere. Ma non per questo bisogna lasciare andare alla disperazione o ai pensieri negativi. Il titolo è perduto, ma questa annata 2010 è composto anche di momenti belli, intensi, sentiti. Ed è questo che Fernando vuole ricordare sul sito ufficiale della Ferrari: “L’epilogo della stagione non deve cancellare tutte le cose positive che abbiamo fatto quest’anno e, lo ripeto, per me è un anno da dieci. Ci sono stati momenti bellissimi, come il podio di Monza, che resteranno indelebili nella mia memoria e nessuna amarezza potrà mai cancellarli.” Un recupero incredibile, fantastiche prestazione e vittorie. Questa stagione si può comunque archiviare con positività.

Oltre a ciò, il pilota cerca anche di proteggere la sua squadra dalle critiche e malumori. Si è perso è vero, ma insieme. Come insieme si è vinto e sperato. L’unita, il gruppo sono valori insostituibili a Maranello: “Noi siamo una squadra: vinciamo e perdiamo tutti insieme. Sono felice di essere alla Ferrari, di sentire insieme a tutti l’orgoglio di far parte di questa famiglia e della sua storia straordinaria. Siamo un grande gruppo e lo dimostreremo soprattutto in questo momento così difficile, dove l’amarezza si fa sentire forte dentro ognuno di noi.” Si sta soffrendo ora, ma uniti troveremo la forza per rialzarci e tornare a lottare.

Infine lo spagnolo conclude con una affermazione che sottolinea la sua devozione ed affetto verso la scuderia italiana: “La voglia di reagire subito, di lavorare ancora più duramente per inseguire la vittoria. Questo è lo spirito della nostra gente, questo mi ha fatto innamorare, oggi ancora di più, della Ferrari.Per questa volta è andata male, ma la sfida è già pronta per il 2011, l’occasione perfetta per il riscatto.

Riccardo Cangini